adv-28

ALESSANDRIA – Gli atleti del Team Yawp Nuoto erano pronti. L’8 maggio era prevista la partenza per Torino per partecipare ai Play The Games. Tre giorni in trasferta con tecnici e accompagnatori per vivere un’esperienza che avrebbe coniugato sport e autonomia. Il Covid19 ha messo fine a tutto, ma non a Special Olympics Italia che ha deciso di organizzare gli Smart Games 2020, Giochi Nazionali da casa.

Fra i più di 4800 atleti in gara anche i nuotatori alessandrini che, per l’occasione, si sono cimentati anche in altre discipline: nuoto per tutti e poi pallavolo, basket, calcio, equitazione e ginnastica. L’impegno è stato come sempre al di sopra di ogni aspettativa e ottimi i risultati raggiunti soprattutto in termini di miglioramento personale.

“Cosa portiamo a casa di questa avventura sicuramente unica? Relazioni rafforzate. Sì perché al di là delle medaglie che arriveranno, gli allenamenti individuali con i tecnici e gli incontri di gruppo per stabilire i calendari e raccontarsi agli altri, hanno rafforzato il lavoro che abbiamo sempre fatto in presenza. Ci conosciamo meglio, ci raccontiamo di più e abbiamo anche scoperto a vicenda alcuni aspetti del nostro carattere che prima non conoscevamo. Abbiamo sperimentato nuovi modi di stare insieme a distanza anche con chi ha più difficoltà ad esprimersi (e non finisce qui)”.

adv-575

Hanno partecipato Gaia (nuoto, pallavolo, ginnastica), Sonia (nuoto, pallavolo, pallacanestro), Alice (nuoto, pallavolo, pallacanestro) e Sophia (nuoto, calcio, equitazione). “Questo il magico quartetto che ha dato vita, oltre alle prove individuali, anche ad una divertente staffetta di nuoto via Zoom. Un ringraziamento anche a chi ha deciso di non partecipare alle gare ma ha fatto sentire il proprio sostegno, i nostri supporters Francesco (che ci è molto mancato) e Camilla. Grazie al nostro addetto stampa, Lorenzo, che ci ha raccontato gli Smart Games di Yawp guardando tutti i video che arrivavano dalle atlete e realizzando per noi la cronaca di questi giorni. E, infine, grazie a tutti i familiari, siete stati fondamentali per la riuscita di questi bizzarri ma emozionanti Smart Games!”

Gli atleti sono stati premiati da Davide Canuti, Vice presidente Yawp e staff 24OreBasket, Giuseppe Lippolis e Paolo Astori in rappresentanza dello staff 24OreBasket e Gianluca Mattacheo Coach Nuoto Team Yawp. Le divise sono state consegnate da Katia Salice Presidente Yawp.

Gianluca Mattacheo ha consegnato a Lippolis e Astori un attestato per ringraziare tutto lo staff 24OreBasket per lo straordinario impegno che anche quest’anno hanno profuso a favore dell’associazione e dei Progetti personalizzati di Vita Indipendente.

adv-723

Ha partecipato alla cena di fine stagione la Tutor del primo Progetto personalizzato di Vita Indipendente, la dottoressa Giulia Ghidella. “Per Yawp lo sport è un mezzo, il più bello crediamo, per andare oltre. Il nostro obiettivo è la Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità”.