L’Ovadese infrange il tabù del Geirino: 4-2 alla Gaviese

OVADA – Torna alla vittoria l’Ovadese e lo fa per la prima volta tra le mura amiche. A farne le spese la Gaviese di mister Walter Taverna, che non ha certo demeritato, anche se il punteggio è piuttosto pesante. Gli ospiti, infatti, sorprendono i padroni di casa partiti con il freno a mano tirato, col vantaggio di Rolleri. La reazione dell’Ovadese non si è fatta attendere: pareggio su autogol. Doppietta del nuovo arrivato Rignanese, 4-1 firmato da Anania (mancavano tanto i suoi gol). La rete degli ospiti, nella ripresa, porta la firma di Mutti.

Così mister Stefano Raimondi: “Partenza di gara tragica perché non trovavamo bene le misure. Abbiamo subìto il gol di Rolleri, con un tiro che ha ingannato Gaione. Sembrava la classica domenica in cui non ci girava bene niente contro una squadra ben organizzata. Dopo il gol i ragazzi hanno fatto 30 minuti ad alto livello, capitalizzando praticamente al massimo le occasioni da gol“. Raimondi poi continua: “Nella ripresa sul risultato di 4-1, cerchi di gestire, la Gaviese ha alzato il baricentro, noi non riuscivamo a scalare e loro hanno creato qualche occasione di troppo, soprattutto su palle inattive dove ci hanno creato parecchie difficoltà. È arrivato il gol di Mutti, poi siamo riusciti, per fortuna, a gestire i minuti finali con la Gaviese che, logicamente provava a riaprire la gara”.

Tre punti importanti per l’Ovadese, anche se l’ultima mezz’ora, la squadra ha un po’ rivisto i fantasmi del passato. Troppa, forse, la preoccupazione di non portare a casa la vittoria. Finisce bene con il primo successo al Geirino. L’Ovadese tornerà in campo domenica 14 novembre in trasferta contro la Pro Villafranca, gara che può dare molte risposte sulla crescita della squadra.

adv-696