Donati si arrende in finale ma scala la classifica dei migliori

NAPOLI – E’ durata un’ora la finale di Matteo Donati. Al Challenger di Napoli l’alessandrino è stato battuto 6-2 6-1 dallo spagnolo Daniel Munoz De La Nava. Donati ha “pagato” ben 13 anni in meno rispetto al suo 33enne avversario ma può comunque gioire per il primo approdo in finale in uno dei tornei più importanti di Italia, con 125 mila dollari di montepremi, secondo solo agli Internazionali del Foro Italico a Roma. In classifica Atp, inoltre, l’atleta del Match Ball Bra beneficerà della sua splendida settimana in terra partenopea con un balzo di circa 100 posizioni ed entrerà così nei migliori 250 tennisti del mondo. 

adv-819