bagna cauda

PROVINCIA – Il 23, 24 e 25 novembre torna il Bagna Cauda Day, la più grande bagna cauda collettiva in contemporanea al mondo organizzata dall’ Associazione culturale Astigiani. Ad Asti, in Piemonte e nel mondo si prepara in 150 ristoranti, osterie e cantine storiche l’accensione di 15 mila fujot per l’evento 2018, giunto alla 6ª edizione. Ci saranno 15.000 posti disponibili per godervi la Bagna Cauda nel posto che preferite.

Il sito Bagnacauday.it ha pubblicato  l’elenco completo dei locali di Asti, del Piemonte e del resto del mondo dove si svolgerà dal 23 al 25 novembre la sesta edizione del Bagna Cauda Day, inoltre il sito fornisce il programma completo dedicato agli eventi collaterali, ai locali che offrono pernottamento e quelli che propongono ” aggiunte speccialial menu” come quelli dell’uovo con tartufo di fine pasto.

Vi lasciamo qui sotto i locali della provincia di Alessandria che parteciperanno alla festa più “profumata” dell’anno, tutti con menu al prezzo di 25 € e di 10 € per i bambini sotto ai 10 anni. 

L’Agnolotto – Tortona (AL), Ar dou veje – Silvano d’Orba (AL), Billy Bau – Camino (AL), Cà San Sebastiano – Camino (AL), Grimalda – Rocca Grimalda (AL), Casa vinicola Marenco – Strevi (AL), Mezzo Litro – Alessandria, Mirepuà – Rivalta Bormida (AL), Montecarlo – Tortona (AL), Nebbioli – Gavi (AL), Del Pallone – Bistagno (AL), Osteria Piemontemare – Gavi (AL), QuartinoDivino – Ovada (AL), Osteria Rachela – Cavatore (AL), Il Bistrot della Rocca – Quattordio (AL), Trattoria dei Tacconotti – Frascaro (AL), Crea Ristorante – Serralunga di Crea (AL) Crealto – Alfiano Natta (AL)Rocca di Camagna – Camagna Monferrato (AL),Pro Loco Giarole – Giarole (AL),Serra – Odalengo Piccolo (AL)Trapella – Casale Monferrato (AL).


Ogni locale proporrà la propria Bagna Cauda che potrà essere classificata in tre varianti, vi consigliamo quindi di controllare il “Semaforo” che identifica la quantità di aglio presente nella pietanza cliccando sul link del locale che vi interessa, che vi dirà anche la disponibilità dei posti.

Semaforo rosso Bagna cauda tradizionale, “Come Dio comanda”, Semaforo giallo, Bagna cauda con aglio stemperato, “Eretica”, Semaforo verde Bagna cauda senz’aglio, “Atea”.

I locali che porteranno in tavola la Bagna Cauda saranno anche oltre oceano, infatti si potrà gustare la pietanza anche in Giappone, in Costa Rica, in Tasmania e Australia e in Perù, per far conoscere  e diffondere il profumo del piatto piemontese.

Con il Bagna Cauda Day – dicono gli organizzatori – si vuole riportare la Bagna Cauda al centro della proposta gastronomica che parte dal Piemonte e coinvolge numerose realtà in tutto il mondo. In nome dell’amicizia, del gusto di stare insieme del valore di riscoprire sapori intensi, veri, autentici.

La Bagna Cauda è un piatto senza divieti e ingredienti nascosti. Aperto ad ogni cultura e tradizione, e a chi non ha ” la puzza sotto al naso”.