Una rivisitazione della Carmen di Bizet per Acqui in Palcoscenico

Nell’ambito del Festival Acqui in Palcoscenico, al teatro aperto Giuseppe Verdi la Atzewi Dance Company presenta la sua fortunata versione di “Carmen”, una libera rivisitazione del capolavoro di Bizet, dall’impronta moderna contemporanea. Leon Cino e Stefania Figliossi (Prima ballerina Aterballetto), protagonisti principali.

Una libera rivisitazione della novella di Prospero Merimee e dell’opera di Bizet, ad essa ispirata. Presentato per la prima volta a Londra nel 1949 ad opera del Ballet de l’Opèra de Paris con le coreografie di Roland Petit, fu ripreso poi da diverse compagnie e filmato per cinema e televisione. Si ricorda anche un’ altra importante versione di Carmen, divenuta celebre grazie alla smagliante interpretazione di Maja Plisetzkaja, quella coreografata da Alberto Alfonso a Mosca nel 1967. Anche John Cranko ne diede una sua versione a Stoccarda nel 1971 e Mats Ek, una particolarissima, nel 1992. Infine, una versione italianissima di Amedeo Amodio per l’Aterballetto (Reggio Emilia, Teatro Romolo Valli, 1995).

Ed ora Alex Atzewi nella sua versione dà al balletto l’impronta moderno-contemporanea col suo modo di concepire la danza, avvalendosi della sua abile e versatile compagnia che si concilia con straordinaria duttilità alle emblematiche armonie della musica di Bizet.
Emergono, nella passionale atmosfera che rievoca il folclore sivigliano, il carattere orgoglioso e imprudente di Don Jose’, interpretato da Leon Cino, ospite d’eccezione; la determinazione e l’audace furbizia di Carmen, una delle più’ femminili e moderne eroine romantiche e la supponenza del famoso torero Escamillo.
L’apice di pathos e drammaticità si raggiunge in un finale che si discosta dal modello più conosciuto per una reinterpretazione originale. Una creazione dove la maggiore libertà di movimento, che si fa’ appannaggio della danza contemporanea, non porta che arricchimento e innovazione ad uno dei grandi classici dell’800, come prova della sua eterna attualità e come risposta ad un ineluttabile adattamento dei temi classici al mondo e all’interpretazione moderni.

adv-478

DEGUSTAZIONI IN DANZA PRIMA DEGLI SPETTACOLI dalle ore 21

costo biglietto: E 15 intero /E 10 ridotto(gruppi, over 65, under 18)