Domenica 19 settembre torna la Randonnée sul fiume Po 
adv-993

VALENZA – Domenica 19 settembre a Valenza torna la Randonnée sul fiume Po, organizzata dagli scout del Gruppo Agesci Valenza 1. 

L’appuntamento è alle 8.45 al Ponte di Ferro, lungo la provinciale 494. Dopo la registrazione e lo smistamento, inizieranno le operazioni di preparazione per una discesa in sicurezza e allegria. La partenza è prevista per le 10.30.  

Una volta partiti dal Ponte di Ferro, la navigazione proseguirà lungo il corso del Po, immersi nel verde e nella natura. Lì, in mezzo al fiume, gli occhi e il cuore si spalancano al Creato, a panorami che lasciano a bocca aperta anche valenzani “doc”. Dopo un paio d’ore di navigazione, l’approdo sarà sulla spiaggia di Bassignana.

A seguire, pranzo con modalità “pic-nic” a Rivarone, presso la Base fluviale scout “Moka” dove le associazioni rivaronesi ARCA, SOMS e Pro Loco proporranno gustosi panini caldi, grigliata o panini vegetariani. In alternativa è possibile portarsi il pranzo da casa.

E poi, le premiazioni, in versione “decennale”, per l’equipaggio più numeroso, quello più colorato, l’imbarcazione più innovativa, i bimbi più piccoli e tante altre categorie.

L’evento, giunto alla sua decima edizione, è realizzato con il supporto e il patrocinio dei Comuni di Valenza, Rivarone e Bassignana. I proventi andranno a supporto dell’imminente ripartenza delle attività scout, aperte ai bambini e ai ragazzi dagli 8 ai 20 anni.

La Randonnée nasce nel 2011 su intuizione di Luciano Garavelli, esperto vogatore di barcé valenzano, che decide di coinvolgere gli scout del Gruppo AGESCI Valenza 1, da sempre affascinati dal Grande Fiume. Negli anni la manifestazione ha visto una partecipazione crescente, ma sempre con lo stesso spirito: ogni volta che si prende la pagaia in mano, gli occhi si riempiono di stupore e di meraviglia davanti al Creato.

Fin dalle prime edizioni la Randonnée è stata un’occasione per fare rete tra le associazioni, per mettere insieme passioni, competenze e professionalità. Non solo nella costruzione dei natanti ma anche – e soprattutto – nel garantire la sicurezza dei partecipanti in ogni momento della discesa. Grazie all’aiuto prezioso della Protezione Civile della FIAS e dei mezzi e dei volontari della Croce Rossa Italiana, gli scout hanno potuto far vivere a tutti un’avventura che difficilmente si dimentica.

La formula ormai è collaudata: fin dal pomeriggio di sabato 18, la riva destra del Po, ai piedi del Ponte di Ferro, si popolerà di scout e di amici che si cimenteranno nella costruzione di zattere e altri natanti autocostruiti.

Come per il 2020 la registrazione è online (tutti i dettagli al link bit.ly/Randonnee2021), ma sarà possibile accedere alla segreteria già nel pomeriggio di sabato.

Come ogni anno, la sicurezza in acqua dei partecipanti verrà garantita dai soccorritori fluviali (tra loro sette Capi scout) brevettati presso la Scuola nazionale di formazione soccorso e salvamento fluviale e alluvionale Rescue Project di Caldes (TN) e affiancati dagli Operatori polivalenti di salvataggio in acqua della Croce Rossa Italiana.

Per garantire il distanziamento e il rispetto delle norme ci saranno i volontari della sezione di Valenza della Croce Rossa Italiana e della Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Alpini. Oltre all’uso della mascherina prima di entrare in acqua, a tutti i partecipanti al di sopra dei 12 anni verrà richiesto il Green pass per accedere all’area dell’evento.

Per maggiori informazioni: [email protected] o 333 33 79 548 o al link bit.ly/Randonnee2021.