Prorogata fino al 6 marzo la mostra “Ritorno ad Alessandria” a Palazzo Cuttica

AGGIORNAMENTO – L‘opera “L’Ascensione” del pittore Francesco Crivelli resterà in mostra a Palazzo Cuttica ad Alessandria fino al 6 marzo.
L’esposizione è stata infatti prorogata per permettere ad altri visitatori di ammirare il dipinto realizzato tra il 1576-1577 per l’altare maggiore della Chiesa di San Marco di Alessandria da un artista elogiato come “primo nel fare ritratti”.

Il dipinto, acquistato all’asta a Parigi nel 2020 da un collezionista privato, è stato oggetto di un attento restauro e di un accurato studio da parte degli storici dell’arte di Milano Olga Piccolo e Lorenzo Mascheretti che hanno poi collegato l’opera ad Alessandria e ne hanno ricostruito la storia grazie all’aiuto del Direttore di Palazzo Monferrato, Roberto Livraghi, e del sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco.

Il dipinto ha inoltre la particolarità di mostrare il volto del Marchese Cesare Cuttica di Cassine, committente dell’opera, di sua moglie Tomasa Guasco e dei loro due figli Laura e Lorenzo.

adv-817

La mostra, con l’allestimento di Adolfo Carozzi, è è frutto della collaborazione tra l’amministrazione comunale e l’Azienda CulturAle Costruire Insieme e si potrà visitare dal giovedì alla domenica dalle 15 alle 19, con ingresso gratuito.

 

ALESSANDRIA – È dedicata all’opera “L’Ascensione” del pittore Francesco Crivelli la mostra dal titolo “Ritorno ad Alessandria” che verrà inaugurata giovedì 16 dicembre, alle 18.30, a Palazzo Cuttica ad Alessandria, in via Parma 1, alla presenza del Sindaco di Alessandria, Gianfranco Cuttica di Revigliasco e della Presidente di CulturAle Azienda Speciale Multiservizi Costruire Insieme, Cristina Antoni.

La mostra è frutto della collaborazione tra l’amministrazione comunale e l’Azienda CulturAle Costruire Insieme e si potrà visitare fino al 6 febbraio, dal giovedì alla domenica dalle 15 alle 19, con ingresso gratuito.

L’esposizione al pubblico dell’opera realizzata per l’altare maggiore della chiesa di San Marco è curata da Olga Piccolo, Lorenzo Mascheretti e Roberto Livraghi.

La mostra, con l’allestimento di Adolfo Carozzi, narra le vicende della Pala (1576-1577 ca.), dalla sua dispersione al fortunato recente ritrovamento, attraverso contribuiti audio-video e pannelli testuali sul pittore, la sua biografia, la sua produzione e approfondimenti sulla famiglia committente.

Per partecipare all’inaugurazione è consigliata la prenotazione all’indirizzo mail: 𝘀𝗲𝗿𝘃𝗶𝘇𝗶𝗼𝗺𝘂𝘀𝗲𝗶@𝗮𝘀𝗺𝗰𝗼𝘀𝘁𝗿𝘂𝗶𝗿𝗲𝗶𝗻𝘀𝗶𝗲𝗺𝗲.𝗶𝘁.

Si accede con Green Pass.