Dal 14 maggio al 5 giugno la mostra del fotografo Alessandro Caramagna alle Sale d’Arte

ALESSANDRIA – Da sabato 14 maggio a domenica 5 giugno alle Sale d’Arte di Alessandria sarà allestita una mostra personale del fotografo alessandrino Alessandro Caramagna, intitolata “Contro Verso”.

Complessivamente saranno esposte una trentina di opere di Caramagna, comprese alcune inedite realizzate appositamente per questa sua personale alessandrina.

In questi ultimi anni Caramagna ha portato in giro per l’Europa il suo stile narrativo in svariate mostre internazionali, ultima delle quali la prestigiosa “ART shopping” al museo del Louvre di Parigi. “L’esperienza di questo fotografo unita al suo stile unico – spiegano a Costruire Insieme l’azienda organizzatrice dell’evento con la Città di Alessandriasono state il motore per presentare questa esposizione, proprio ad Alessandria, sua città natale, in una location che certamente metterà in risalto gli splendidi lavori di questo artista”. 

“Non mi sono mai considerato un semplice “realizzatore di foto” – spiega Alessandro Caramagna – la componente narrativa che nel corso degli anni ho sviluppato, grazie alle passioni per la letteratura, la storia dell’arte e il cinema, mi ha sempre dato spunti importanti per concepire una immagine di impatto e con una visione unica e personale e con un indirizzo ben definito.Ecco perché in questa mostra, si troveranno immagini concettuali, quindi non esercizi di tecnica o luci, non la mera rappresentazione di un soggetto fine a sé stesso, bensì storie rinchiuse in una immagine, figure retoriche che come attori interpretano il ruolo a loro affidato. L’utilizzo della figura femminile, quindi, non deve essere percepito come “modelling” classico, ma come una vera e propria musa che dona vita e senso compiuto alla fotografia.”

Caramagna aggiunge inoltre che “una delle cose che più mi rende orgoglioso delle mie scelte, è il fatto che in molti definiscono il mio stile unico, ma soprattutto il vero motivo di vanto è che nonostante i soggetti delle mie foto siano per lo più figure femminili, la delicatezza, la sensibilità, il concetto stesso, vengono spesso apprezzati soprattutto dalle donne in generale. Questo perché amo rappresentare la figura femminile in maniera forte, quasi sempre vincente, merito o colpa, probabilmente, di quella che io definisco “famiglia matriarcale” nella quale sono cresciuto”.

Dopo l’inaugurazione, in programma sabato 14 maggio, alle 17, l’esposizione alle Sale d’Arte resterà aperta fino al 5 giugno, e si potrà visitare dal venerdì alla domenica dalle ore 15 alle ore 19.

Biglietti: 5 euro l’intero, 3 euro il ridotto.