Asti Teatro 44 – Martedì 28 giugno

ASTI – Ritorna con la sua quarantaquattresima edizione Asti Teatro e lo fa con la sua collocazione temporale originaria, dal 23 giugno al 3 luglio. Lo storico festival di teatro nazionale e internazionale è organizzato dal Comune di Asti, con la collaborazione della Rete PATRIC e il sostegno di Regione Piemonte, Fondazione CRT, Fondazione CrAsti, Banca di Asti, MIBACT, ASP. Maggiore sostenitore è la Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “ART~WAVES. Per la creatività, dall’idea alla scena”

Martedì 28 giugno

Dalle ore 10 alle 19 Palazzo Mazzetti – La Stanza (replica)

adv-130

Ore 20 Teatro Alfieri

In Prima regionale “Stato interessante” testo e regia Bruno Fornasari – con Tommaso Amadio, Emanuele Arrigazzi, Umberto Terruso – scena e disegno luci Fabrizio Visconti – costumi Mirella Salvischiani – Produzione Teatro Filodrammatici Milano

Tre maschi, due politici e un uomo d’affari, devono affrontare un’inquietante gravidanza che potrebbe avere conseguenze politiche e sociali catastrofiche. Meglio lasciare che la natura
faccia il suo corso o intervenire prima che sia troppo tardi? Per risolvere la situazione i tre uomini di potere dovranno mettere da parte la loro aggressività e cercare di collaborare per salvaguardare “il bene comune”.

Ore 22 al Palco 19 (via Ospedale 19) invece che al Cortile del Michelerio, causa previsto maltempo

In prima regionale “Stupida Show – Capitolo 1: cattivi pensieri” uno spettacolo di Carrozzeria Orfeo di Gabriele Di Luca con Beatrice Schiros – produzione Carrozzeria Orfeo, La Corte Ospitale, Accademia Perduta/ Romagna Teatri

Il progetto si costruisce intorno a una domanda fondamentale: quali temi hanno il compito di indagare la comicità oggi? E quali sono gli aspetti più scomodi del nostro presente che vale davvero la pena raccontare, in grado di offrirci una nuova e diversa chiave di lettura sulla realtà? “Stupida Show,” è uno spettacolo per cuori coraggiosi: politica, potere, differenze di genere, violenza, maternità, sessualità, razzismo, egoismo, famiglia, individualismo, tensioni sociali… Il tutto raccontato attraverso lo sguardo di una cinquantenne sola e da sempre in guerra con la vita e il suo prossimo, alle prese oggi con il proprio corpo in declino, un’affettività sempre più traballante e sogni irrealizzabili. Una donna, però, in grado di trasformare le sue ferite e i fallimenti in comicità travolgente

Prevendite aperte presso la biglietteria del Teatro Alfieri e online su www.bigliettoveloce.it. Info 0141.399057 – 0141.399040. Prenotazioni www.allive.it

www.astiteatro.it , www.comune.asti.it

https://www.facebook.com/AstiTeatro , https://www.instagram.com/astiteatro/