Il 16 luglio a Bosco Marengo la Coltelleria Einstein mette in scena lo spettacolo “Figli della violenza”

BOSCO MARENGO – Sabato 16 luglio alle 21 nella cornice di cascina Saetta, il primo bene della provincia di Alessandria confiscato alla mafia e riutilizzato ai fini sociali, andrà in scena lo spettacolo “Figli della violenza” a cura della Compagnia teatrale “Coltelleria Einstein”.

La narrazione teatrale “Figli della violenza” (subcultura criminale e legalità) nasce dall’esigenza di condividere con il pubblico l’esperienza e la visione di alcuni autori sul tema della Legalità.
I brani delle letture teatrali hanno come centro del percorso il libro “Liberi di scegliere” di Roberto Di Bella integrati da testi tratti da “La speranza non è in vendita” di Don Ciotti, “Ciò che infernonon è” di Alessandro D’Avenia e “Sulle regole” di Gherardo Colombo.

Sulla scena Giorgio Boccassi e Donata Boggio Sola della compagnia teatrale Coltelleria Einstein, gruppo teatrale che produce spettacoli dedicati in particolare ai giovani e da anni impegnata nel sociale con percorsi artistici.

adv-121

Prima dello spettacolo, alle 19, sarà possibile prendere un aperitivo con gli attori a cura dei volontari di Cascina Saetta.

L’ingresso è a offerta libera ed è gradita la prenotazione entro il 14 luglio al numero 339 5429092. Cascina Saetta si trova a Bosco Marengo, in frazione Donna.

Lo spettacolo è stato prodotto dal Bando SociAl 2019 per il progetto” Vivere la Legalità” che ha come obiettivo la formazione e il sostegno alla cultura della Legalità. In questa parola si concentrano temi che costituiscono la base della convivenza civile: giustizia sociale, tutela dei diritti, contro corruzione, ingiustizie, fenomeni di criminalità, mafie.

La serata di sabato 16 rappresenta il quarto appuntamento del Progetto Bosco Libera L’arte, finanziato da Fondazione Social e dal Comune di Bosco Marengo. La rassegna di spettacoli nasce dall’esigenza di valorizzare e sostenere due beni comuni importanti del territorio di Bosco Marengo: il complesso monumentale di Santa Croce e Cascina Saetta. Hanno promosso l’iniziativa gli Amici di Santa Croce, Parcival aps, che si occupa di Cascina Saetta, Libera controle Mafie di Alessandria e vari gruppi di artisti con i loro spettacoli.