Al via da Capodanno la nuova stagione del Teatro Alessandrino di Alessandria

ALESSANDRIA – È una stagione che punta a soddisfare tutti gli spettatori quella dell’Alessandrino di Alessandria. La nona nata dalla collaborazione tra Paolo Pasquale e Massimo Bagliani partirà a Capodanno con i virtuosismi rock ‘n roll e swing del pianista, compositore e cantante Matthew Lee e, ovviamente, con il tradizionale brindisi di mezzanotte.

adv-286

Sabato 31 dicembre, alle 22.15, il carismatico performer porterà all’Alessandrino Back to Rock’n’Love Tour, uno spettacolo potente ed emozionante che attraversa tutto il mondo del rock ‘n roll e i generi che ha generato. Un viaggio dal sapore vintage che accompagna il pubblico dagli anni d’oro del rock sino alle sonorità contemporanee. ?Un universo palpitante dove charlestone, swing, country e rock ‘n roll si mischiano attraverso le note di una band affiatatissima, il tutto reinventato e amalgamato dall’inconfondibile rock’n’roll touch di Matthew Lee.

adv-410

 

Il 2023 al Teatro Alessandrino proseguirà poi con la comicità malinconica e dirompente del “clown dei clown” David Larible. Venerdì 20 gennaio, alle 21, l’artista si esibirà in un nuovo strabiliante show. Poetico ed esilarante, malinconico e dirompente, Larible saprà conquistare il pubblico di ogni età grazie alla magia irresistibile della sua comicità.

Il 30 gennaio, alle 21,  sul palco del Teatro Alessandrino si incontreranno i due “Quasi amici” Massimo Ghini e Paolo Ruffini. Lo spettacolo, tratto dall’omonimo film  di Eric Toledano e Olivier Nakache, con l’adattamento e regia Alberto Ferrari, racconta la storia di uomini che si incontrano per caso, diventando poi l’uno indispensabile alla vita dell’altro. La risata sarà il veicolo segreto per arrivare a comprendere ancora di più i meccanismi che regolano la vita e i destini di questi uomini. Ridere di sé e dell’altro per conoscere di più in profondità chi ci sta davanti nudo e senza schermi.

 

Il 17 febbraio il pubblico potrà divertirsi con lo spettacolo cantato, suonato e raccontato di e con Paolo Belli e la sua band di sette musicisti. In “Pur di Far Commedia” Paolo Belli racconta le mille peripezie ed i colpi di scena vissuti in tanti anni di carriera, fra esilaranti provini a musicisti strambi ma geniali, momenti di riflessione ed i suoi grandi successi rivisitati in una nuova veste. Prosa, canzoni e risate sono gli ingredienti di “Pur di Far Commedia” dove Paolo, accompagnato da sette musicisti, si lascia trasportare dai ricordi riuscendo a coinvolgere ed emozionare gli spettatori.

 

Il 24 febbraio, alle 21, all’Alessandrino andrà in scena “Rigoletto” il primo dei due spettacoli che l’Alessandrino dedica a Giuseppe Verdi. L’opera in tre atti, su libretto di Francesco Maria Piave e con la regia di Massimo Bagliani sarà interpretata da Paolo Ruggiero, Ekaterina Shelehova, Andrea Bianchi, Alberto Bianchi Lanzoni, Paola Cacciatori, Michele Sitta, Allan Rizzetti, Alessandro Ramin, Antonio Pietrobuoni, Francesca Bargellini. Al loro fianco l’Orchestra delle Terre Verdiane, Direttore Stefano Giaroli, Coro dell’Opera di Parma, scene e costumi Fantasia in Re.

Il 3 marzo all’Alessandrino si riderà con il comico Max Angioni. Una sferzante ironia anima i monologhi dello spettacolo “Miracolato” in cui il giovane comico racconta un condensato delle proprie esperienze: dalle conversazioni ai tempi dei social, alla sua relazione con lo sport, alla maledizione di arrivare secondo.  Il talento di Angioni offrirà uno sguardo originale ed esilarante sulla realtà quotidiana.

 

Il 16 marzo sarà protagonista la danza con “Impression” la nuovissima produzione della Compagnia Bit. Parole, luci e suoni faranno rivivere sulla scena la vita e le opere dei pittori Impressionisti. Un cast di 8 danzatori descriverà la varietà di emozioni che si sono materializzate nei loro dipinti. I movimenti dei danzatori comporranno sul palco disegni e immagini, mescolati a luci, colori e videoproiezioni: sarà così possibile ridere, commuoversi, cogliere ironia e sorpresa nei loro corpi.

È una versione rinnovata e tutta al femminile, poi, quella della commedia di Ray Cooney “Taxi a due piazze” che il 23 marzo porterà all’Alessandrino Barbara d’Urso per uno spettacolo che grazie Inner Wheel Club di Alessandria aiuterà a sostenere le attività del centro antiviolenza me.dea.

Il nono e ultimo spettacolo della nuova stagione del Teatro Alessandrino tornerà ad omaggiare Giuseppe Verdi con “Viva Verdi“. Il 21 aprile, alle 21, Massimo Bagliani indosserà i panni di Giuseppe Verdi per raccontare vita e aneddoti del celebre compositore, insieme al Coro lirico sinfonico di Parma e dell’Emilia Romagna Colsper e l’Orchestra Sinfonica d’Este.

 

I biglietti della nuova stagione del Teatro Alessandrino di Alessandria si possono già acquistare nella biglietteria del teatro, in via Verdi 12, aperta tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 17 alle 19, oppure online sul sito www.teatroalessandrino.it e sul circuito ticketone.