“Smarrimento” il 24 gennaio al Teatro Alfieri di Asti

ASTI – La stagione del Teatro Alfieri, realizzata dal Comune di Asti in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo, continua martedì 24 gennaio alle 21 con “Smarrimento”, spettacolo inserito nella sezione “altri percorsi”, scritto e diretto da Lucia Calamaro e interpretato da Lucia Mascino, attrice a cui carriera spazia dal teatro alla televisione (“Bang Bang Baby”, “I delitti del BarLume”, giunto alla decima stagione).  Scene e luci Lucio Diana, costumi Stefania Cempini, produzione Marche Teatro.

Spiega la regista, già vincitrice di tre premi UBU e del recentissimo premio Hystrio alla drammaturgia 2019: “Questi spettacolo è un dichiarato elogio degli inizi e del cominciare.
Di quel momento in cui la persona, la cosa, il fatto, appare o sbuca, ci incrocia insomma, creando presenza dove prima c’era assenza. Questo topoi fiorisce attraverso la figura di una scrittrice in crisi, oramai da un po’, che ha dei personaggi iniziali di vari romanzi che non scriverà mai, perché non riesce ad andare avanti. Gli editori, per sfangare l’anticipo, le organizzano reading/conferenze in giro per l’Italia, in modo da tirar su qualche economia mentre lei non produce niente di nuovo e in un colpo solo riuscire a vendere, all’uscita degli eventi, qualche copia delle vecchie opere. Quando non si riesce a continuare, non si può che ricominciare…”.

Biglietti (23 euro platea, barcacce, palchi; 18 euro loggione) disponibili alla cassa del Teatro Alfieri, aperta dal martedì al venerdì con orario 10-17, e online su www.bigliettoveloce.it e www.allive.it . Info e prenotazioni 0141.399057-399040.