L’arte sacra in Valle Borbera e Spinti

ROCCHETTA LIGURE – Anche l’arte d’estate va in vacanza. Potrà sembrare strano, ma a Tortona sarà proprio così. Infatti, il Museo Diocesano del capoluogo tortonese chiuderà per le vacanze estive a partire dal 23 luglio e riaprirà il 3 settembre.

adv-466

Nella bella stagione però gli amanti dell’arte liturgica, e non solo, non rimarranno delusi. A loro sarà offerta la possibilità di visitare il Museo d’Arte Sacra della Valle Borbera e Spinti che si trova a Rocchetta Ligure. Il Museo, situato al piano nobile del Palazzo Spinola, dimora signorile voluta da Napoleone IV Spinola attorno alla metà del XVII secolo, raccoglie  una serie di oggetti provenienti dalle Valli, non più usati nella liturgia, e opere per lo più inedite, dipinti e sculture non sempre di grande valore ma profondamente legate alla storia locale.

La Valle Borbera, così denominata dal torrente che la percorre, ha un territorio costellato, a partire dal Medioevo, da chiese e oratori, testimonianza della fede e della devozione dei suoi abitanti attraverso i secoli. Tra le opere esposte “Il Trittico di Agneto” datato 1604, proveniente dalla Parrocchiale di Sant’Andrea Apostolo di Agneto, frazione di Carrega Ligure.  Inoltre, nel Palazzo Spinola sarà possibile visitare anche il Museo della Resistenza, recentemente riallestito e di grande importanza storica.                                                                                                                                                                  

Tutte le domeniche, fino al 18 settembre, sia il Museo di Arte Sacra che quello della Resistenza, saranno aperti con il seguente orario 9.30-12.30, con possibilità di visita guidata, previa prenotazione alla Segreteria del Comune di Rocchetta (tel. 0143.90004 nelle mattine dei giorni feriali).

Per Info:

 www.cittacattedrali.it / www.comune.rocchettaligure.al.it