adv-121

ALESSANDRIA – Un percorso dall’intenso valore simbolico e comunicativo per stimolare efficacemente la comunicazione nelle persone diversamente abili con difficoltà di espressione che venerdì 16 dicembre, alle 16.30, sarà riassunto in un Concerto di Natale al Teatro Ambra di Alessandria.

Uno spettacolo ricco di storie sonore e musicali con protagonisti tutti i ragazzi disabili dei centri diurni di Alessandria e San Giuliano Nuovo, che durante l’anno hanno partecipato al progetto “Comunicantando” e che sul palco interpreteranno, ognuno secondo le proprie capacità ed i propri talenti vari ruoli: nelle vesta di scrittori di testi musicali, di musicisti, di interpreti, di traduttori, altri come fruitori dell’intervento CAA e musicoterapico.

Sarà così che sotto la guida di Dado Bargioni, i ragazzi disabili presenteranno una produzione musicale composta da 12 brani natalizi scritti in 16 anni, e accompagnati da una band musicale e dal coro dei bambini della scuola elementare di Felizzano, diretti dalla dott.ssa Laura Marinelli.

Lo spettacolo che nasce e prende il nome dal progetto “Comunicantando”, é ideato dall’AIAS onlus – Sez. di Alessandria grazie al coofinanziamento della Fondazione Social di Alessandria in collaborazione con le cooperative sociali Anteo di Biella e Policoop Sociale, le associazioni di volontariato ENS, UICI, Mondo Up Arte e l’Istituto Scolastico Comprensivo “G. Pascoli” di Felizzano, con il patrocinio della Città di Alessandria. Un’iniziativa con l’obiettivo di favorire l’utilizzo di diverse forme comunicative come la Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA), la Lis, il Braille, e altre ancora, nelle normali attività di vita quotidiana, mediante il veicolo della musica.

Non è affatto vero che ciò che non siamo in grado di dire, dobbiamo consegnarlo al silenzio. Quello che non siamo in grado di dire, noi possiamo cantarlo”.

L’idea trova origine oltre 10 anni fa, nell’ambito della gestione dei Centri Diurni di Alessandria e San Giuliano Nuovo, grazie all’AIAS onlus – Sez. di Alessandria che, offrendo attività di Musicoterapia ai propri ospiti, ha avuto modo di avviare una collaborazione con Dado Bargioni, cantautore e musicista nonché musicoterapista specializzato, quale strategia d’intervento e metodologia di valorizzazione dei vissuti dei partecipanti che si traducono in storie sonoro/musicali dall’intenso valore simbolico e comunicativo.

Riflettendo sul primo testo scritto dagli ospiti: “La Slitta speciale di Babbo Natale”, che racchiude in sé l’essenza del lavoro svolto, il gruppo sotto la guida del musicoterapista, ha avuto modo di riflettere sull’importanza dei contenuti emersi, personali e sociali che l’immenso potere comunicativo della musica è in grado di far scaturire anche, in chi ha particolari difficoltà di espressione. Nel testo, Babbo Natale si rompe una gamba e, questa situazione d’improvviso disagio, potrebbe cambiare il corso della vita e della storia. Con l’intervento dei folletti si troverà una soluzione alternativa per un lieto fine. Il messaggio che gli autori hanno voluto esprimere è: ”Non mollare mai”, perchè per una difficoltà che si crea, anche in una situazione di disabilità, si può comunque trovare una strategia per andare sempre avanti.