Il Team Francia fa incetta di medaglie ai Mondiali di Powerlifting: cosa è questa disciplina

MIRABELLO MONFERRATO – A volte i traguardi sono sogni che si realizzano. E Marco Francia di traguardi ne ha raggiunti davvero tanti e altrettanti ha intenzione di centrarli. Lui che viene dal pugilato e poi dal bodybuilding, dal 2019 si è avvicinato a una disciplina di nicchia “e che dà grandi soddisfazioni a chi la pratica. Sia dal piano fisico che da quello dei risultati“. Si tratta del powerlifting, disciplina ai più sconosciuta, “ma non per questo da snobbare. Anzi, ritengo che sia uno degli sport che ti mette di più alla prova e, giorno dopo giorno, ti mette davanti a step da raggiungere e provare a superare“.

Marco Francia per raggiungere quei traguardi di strada ne ha fatta tanta, sino alla fondazione della sua palestra al Country Sport Village di Mirabello Monferrato, dove questo ragazzo si allena e allena un team variegato di persone. “Perché il powerlifting è adatto a tutti. Dall’uomo alla donna, passando per giovani e meno giovani. Si tratta di una disciplina che ti porta a potenziare il tuo fisico e a migliorarti“. Allenamenti personalizzati di circa un’ora sono alla base della palestra del Team Francia che nel lungo weekend dal 17 al 19 settembre ha fatto incetta di medaglie ai Mondiali di Powerlifting a Valledoria in Sardegna.

A quell’appuntamento un gruppo di sei Monferrini, guidati proprio dal loro coach, hanno portato a casa la bellezza di cinque ori, un argento e tre bronzi. Marco Francia si è laureato campione del mondo nella sua categoria di peso, i 90 kg, nella gara di squat, trovando anche la migliore alzata del mondiale con 270 kg. Oro anche per Marco Accatino, oro nella categoria 67 kg. Risultati importanti anche per Tracy Renda, vittoriosa nella categoria panca piana nella categoria 50 kg ottenendo anche il premio come migliore atleta. Sempre Renda ha stabilito un nuovo record europeo nella categoria 50 kg stacco da terra conquistando un secondo oro. Sempre nella disciplina stacco da terra sono arrivate medaglie per Samantha Fleres (bronzo), Gabriele Pintus (argento) e Tamara Mangarini (oro e nuovo record del mondo).

Sono soddisfazioni enormi per tutto il nostro Team che con dedizione, impegno e rigore si è preparato per rispondere presente a questo importante evento“, spiega ancora Marco Francia. Ma qual è la preparazione per raggiungere questi livelli? “Prima di tutto la costanza. Ci si allena, come ricordavamo, quasi ogni giorno per circa un’ora, un’ora e mezza. Non lavoriamo sulla definizione e creazione di massa muscolare come può essere il bodybuilding, quanto sulla sua esplosività“. Ecco che per farlo il Team Francia si esercita “con la ripetizione del movimento, perfezionandolo e migliorandolo. Affinare la tecnica permette di migliorare la prestazione in gara ed evitare infortuni. Nonostante in questa disciplina si sollevino pesi anche tre volte il proprio peso corporeo il rischio di infortunio è molto basso. Questo grazie agli allenamenti mirati che si fanno“.

La cosa bella del powerlifting è che non bisogna “necessariamente avere il fisico di Arnold Schwarzenegger“. Gli allenamenti, prevalentemente a corpo libero “dato che nella mia palestra troverete pochissimi macchinari” sono tesi a migliorare “il proprio fisico“. Ma non parlate a Marco Francia di palestra: “Il nostro è un team, è una squadra. Non prepariamo schede ma seguiamo personalmente l’atleta nel suo percorso di crescita. Lavoriamo infatti in piccole squadre di quattro persone che seguono sotto il mio controllo esercizi specifici“. Insomma, quella del Team Francia è un’esperienza sartoriale per chi vuole mettersi in gioco in una disciplina che sa dare grandi soddisfazioni.