Il rincaro dei prezzi non fa paura ai clienti di Acos Energia
adv-838

ALESSANDRIA – Abbiamo incontrato Enrico Pagella, responsabile commerciale di Acos Energia, per fare il punto della situazione su quanto sta accadendo alle tariffe del gas a livello globale. La sua sicurezza e la sua professionalità nelle risposte che ci dà testimoniano l’esperienza più che ventennale a servizio dell’azienda del nostro territorio e, soprattutto, dimostrano che la sua capacità di ascoltare le esigenze dei suoi clienti è la chiave per trovare soluzioni migliori a un problema così complesso.

DOMANDA: Enrico, a discapito di questi rincari – salatissimi –, non sembri così preoccupato: hai già in serbo delle soluzioni?
RISPOSTA: Acos Energia resta al fianco dei propri clienti, aziende e privati, per aiutarli a contenere la bolletta gas, con alcune possibilità a disposizione anche di chi desidera diventare nuovo cliente e che si sommano agli interventi previsti dal Governo. Due le soluzioni tra cui è possibile scegliere: l’offerta Quota 100, che prevede subito 100 euro di sconto in bolletta. Oppure l’offerta Bolletta Piatta per chi vuole pagare ogni bimestre lo stesso numero di mc, spalmando così nel corso dell’anno i picchi dovuti alla stagionalità. L’offerta consente infatti di dividere il consumo annuo in 6 bollette con lo stesso numero di mc deciso con il cliente e poi di effettuare un conguaglio al termine dell’anno. Per le aziende che ne hanno diritto, invece, applichiamo la riduzione delle accise e tariffe speciali con un notevole abbattimento dei costi e dell’IVA, per esempio. Siamo inoltre gli unici ad aver previsto la rateizzazione delle bollette per chi fa fatica a pagarle subito per intero e a rifare la bolletta senza alcun problema nel caso in cui il cliente si fosse dimenticato di comunicarci la lettura e la bolletta preveda delle stime non allineate con i consumi. Le nostre proiezioni grazie anche alla competenza della mia amministratrice delegata, Elena Casaleggio, mostravano un’impennata delle tariffe già da maggio e perciò siamo riusciti a studiare delle strategie, che potessero mitigare questi aumenti spropositati.

D: Non mi hai detto niente dei nuovi clienti, però.
R:
(Gongola, ndr) Te l’ho detto che abbiamo offerte per tutti. Abbiamo lanciato adesso la nuova Quota100, che ricorda tanto la pensione ma non ci ha niente a che fare: in pratica, scontiamo subito in bolletta 100€ e relativa IVA a chi passa ad Acos Energia da un altro fornitore. Vogliamo incentivare quante più persone possibili a passare ad Acos Energia perché crediamo che le nostre tariffe siano le più vantaggiose, e in un periodo così difficile è importante anche il più piccolo sconto.

adv-867

D: 100 euro non mi sembrano un piccolo sconto.
R:
Non lo è, infatti. Anche se come azienda del gas lavoriamo con marginalità trascurabili sulla materia prima: difatti con la Quota100, attualmente 100€ corrispondono a oltre 200 metri cubi di gas. Lo stesso accade con un’altra offerta, la Porta un amico, che garantisce al cliente che porta qualcuno in Acos Energia uno sconto di 20 € in bolletta per lui, e di 100€ per l’amico.

D: Questi sconti non sembrano solo una manovra commerciale, ma c’è qualcosa di più dietro, dico bene?
R:
(Non smette di gongolare, ndr) Dici benissimo: la filosofia dell’azienda, da quand’è nata, è sempre stata di dare ai clienti il prezzo più basso possibile, mantenendo, però, standard qualitativi molto alti. Acos Energia ha una missione, come dire, etica, che è quella di offrire al proprio territorio la massima efficienza a prezzi bassi e competitivi. E un occhio di riguardo lo meritano anche le aziende della zona, alle quali oltre a tariffe speciali diamo assistenza fiscale gratuita per le pratiche di riduzioni delle accise, sempre nell’ottica di favorire il risparmio.

D: Sembra strano sentirlo da un’azienda che vende gas, considerando le offerte che tutti ricevono ogni giorno da parte dei colossi del settore.
R:
Le grandi aziende del gas non possono, per ragioni di dimensione, permettersi una condotta virtuosa come la nostra. L’ambiguità, voluta, delle loro offerte che riceviamo quotidianamente via telefono o via mail va nella direzione di accaparrarsi quanti più clienti possibili per mantenere alti fatturato e utili. Noi invece riusciamo a garantire tariffe tra le più basse con grande trasparenza perché operiamo sul locale. Il nostro obiettivo non è crescere in maniera insostenibile, ma essere sempre più performanti sul nostro territorio. Per questo non abbiamo bisogno di nessun telemarketing aggressivo.

D: Perché allora i clienti dovrebbero preferire altre aziende rispetto ad Acos Energia?
R:
Il motivo è proprio nella poca trasparenza delle offerte che propongono gli altri. Bisognerebbe che tutti, anche i nostri clienti, richiedessero al proprio fornitore la cosiddetta tabella di confrontabilità, un documento che le aziende sono tenute a consegnare al cliente per legge, da cui possono scoprire quanto la tariffa del proprio fornitore si discosta da quella ARERA (l’ente regolatore di energia, reti e ambiente, ndr). Anche la nostra se ne discosta, ma in positivo: quella di Acos Energia è infatti più bassa. Basta, poi, andare a fare un confronto sul comparatore online indipendente di ARERA per scoprire quanto si potrebbe risparmiare rispetto alla propria tariffa per un servizio esattamente equivalente.

D: Non ho altro da aggiungere. Qualcos’altro da dichiarare?
R:
Lasciami rassicurare ancora una volta i nostri clienti: credo debbano avere ben chiaro che in Acos Energia lavoriamo costantemente per garantire al nostro territorio il meglio, anche perché sentiamo un forte dovere di correttezza in quanto società a partecipazione pubblica. Oltre agli aiuti che lo Stato sta elargendo per far fronte a questi rincari, anche la nostra azienda si è messa in moto per offrire sconti e vantaggi a tutti i nostri clienti. Sono ventun anni che faccio il responsabile commerciale di un’azienda che non ha mai cambiato la sua filosofia, perché funziona, e perché guarda al benessere del suo territorio e di chi lo abita. Prima di essere un venditore, sono un cittadino, come chi mi sta leggendo, e sono convinto che si debba partire da lì per trovare soluzioni ai problemi di tutti i giorni.