BOSIO – Domenica 5 giugno l’Associazione Memoria della Benedicta festeggia la Repubblica con il tradizionale concerto nella zona monumentale alle Capanne di Marcarolo, nel comune di Bosio.  Il concerto prenderà il via alle 17 nel cortile della Benedicta con le voci dell’attrice Daniela Tusa e degli allievi della sua scuola di teatro in un suggestivo spettacolo dedicato alla Costituzione italiana. A seguire i Passacarriera proporranno canti e danze della tradizione piemontese e occitana, oltre a loro brani originali.

Il concerto per la Repubblica, a ingresso gratuito, sarà anticipato da una serie di iniziative che prenderà il via alle 11 del mattino a Cascina Pizzo con il dibattito sul tema “La memoria del ‘900 di fronte alla sfida del presente”, che vedrà gli interventi dello storico e docente dell’Università di Firenze, Alberto Cavaglion, e di Luciana Ziruolo, direttrice dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea in provincia di Alessandria, moderati dal presidente dell’Associazione Memoria della Benedicta, Daniele Borioli. Dopo un aperitivo offerto dall’Associazione, alle 14 si terrà una speciale camminata guidata nei luoghi che furono teatro dell’eccidio e al termine, intorno alle 16, verrà inaugurata l’installazione artistiaca “I quattro venti”, di Corrado Levi la cui presentazione sarà a cura di Michele Dellaria.

Alle 17, poi, il concerto, che apre  ufficialmente gli eventi della seconda edizione del “Benedicta Festival – Arte e manutenzione della memoria” che avrà un’anteprima già venerdì 3 giugno a Palazzo Spinola di Rocchetta Ligure dove, alle ore 17,30, sarà inaugurata la mostra “RED, tre mesi tra i ribelli”, organizzata dal Museo della Resistenza e della vita sociale in Val Borbera, con il contributo dell’Associazione “Memoria della Benedicta”.

adv-558