ALESSANDRIA – Circa trenta eventi e visite ai musei raddoppiate. La presidente dell’Azienda Speciale Multiservizi Costruire Insieme Cristina Antoni è soddisfatta in merito alle attività della partecipata del Comune di Alessandria, dopo circa un anno di nuova gestione. Antoni ha voluto anche replicare alle contestazioni su alcune spese arrivate dal Partito Democratico, in particolare relative alla comunicazione e al nuovo luogo dell’azienda, per un totale di circa 37 mila euro. “Abbiamo deciso di puntare molto sulla comunicazione, necessaria per far conoscere l’attività di questa azienda. Mi è stato espressamente chiesto far sapere agli alessandrini che cos’era “Costruire Insieme”, un nome sicuramente evocativo di un bel lavoro di squadra ma non chiaro sulle attività dell’azienda. Tutto questo ha funzionato: come detto le visite ai musei sono raddoppiate e riceviamo anche commissioni esterne per l’organizzazione di eventi. In ogni caso tutte queste spese sono state autorizzate quando ancora non era emersa l’emergenza dei conti del Comune. Non c’è nulla di poco trasparente, ogni dettaglio si trova sul nostro sito”. 

Sulle polemiche legate ai gadget, in particolare al profumo “Le rose di Marengo”, creato dalla Gs-La cosmetica che funziona, Antoni ha sottolineato che “questa azienda del territorio si è offerta di crearlo per noi, gratis. Chi lo volesse acquistare, inoltre, contribuirebbe alle spese per il Marengo Museum”. 

adv-144