PROVINCIA DI ALESSANDRIA – “Sfittanza zero e tolleranza zero contro gli abusivi”. Ammonta a 2 milioni di euro il finanziamento regionale per recuperare le case popolari sfitte e non assegnate perché ancora da riqualificare. La cifra erogata dalla Regione Piemonte sarà poi ripartita alle singole Agenzie Territoriali per la Casa, a seconda delle esigenze, per finanziare interventi al di sotto di 15 mila euro. Nel nostro territorio sarebbero circa 200 gli appartamenti destinatari di questi fondi, 100 solo ad Alessandria. Se n’è parlato venerdì mattina, in occasione del sopralluogo nella sede Atc Piemonte Sud di Alessandria dell’assessore al Welfare con delega alla Casa Chiara Caucino. “Dobbiamo tutelare le fasce più deboli e le nuove povertà nate a causa della pandemia”. Presenti anche l’Onorevole Riccardo Molinari, l’assessore regionale al Commercio Vittoria Poggio, il sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco, Paolo Caviglia, presidente Atc Piemonte Sud, e gli assessori Cinzia Lumiera e Piervittorio Ciccaglioni. Ad Alessandria l’emergenza covid ha anche acuito la morosità, salita intorno al 38%. In forte calo, invece, il numero degli appartamenti occupati: da circa 130 di qualche tempo fa ora il numero è sceso fino a 30 unità. Ad Alessandria, inoltre, sono circa 400 gli sfratti ancora pendenti.

adv-368