ALESSANDRIA – “Chiediamo solo di lavorare, come è nostro diritto“. Questo l’appello della presidente di Confesercenti Alessandria, Michela Mandrino, preoccupata rispetto al possibile inasprimento delle misure anti covid previsto nel prossimo Dpcm. L’eventuale stop dell’asporto (per i bar) dopo le 18 provocherebbe, un “danno economico e sociale altissimo. Già in questo modo lavoriamo al 10% e, in provincia, 3 mila imprese sono in sofferenza”.

“I contagi” ha sottolineato la presidente Mandrino “sono comunque in crescita. Questo vuol dire che non siamo noi la causa. Un’eventuale nuova zona rossa comporterebbe la chiusura di diverse attività”. Mandrino ha anche chiesto più controlli per scongiurare gli assembramenti davanti ai locali o nelle loro vicinanze, per i quali “noi non siamo responsabili. Lasciate lavorare, però, chi come noi sta rispettando le regole”.

adv-132