ALESSANDRIA – Lo scorso 18 maggio le carte erano rimaste coperte. Ieri, invece, in occasione del Borsalino Day l’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi ha ufficializzato la scelta sul luogo del nuovo ospedale di Alessandria: l’attuale zona aeroporto. “Ci siamo impegnati nell’acquisto del terreno, in accordo con Aeroclub, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile e il Demanio” ha sottolineato l’esponente della Giunta Cirio “ne abbiamo discusso a Roma in due riunioni tutti insieme. Credo che sia realizzabile, è chiaro che deve esserci anche la volontà del Comune per accompagnare questo percorso. Dopo le elezioni del 25 settembre presenteremo il piano di investimenti in edilizia sanitaria della nostra regione, con tutte le schede tecniche relative”. 

Non si è fatta attendere la replica del sindaco di Alessandria Giorgio Abonante: “Sulla scelta della zona aeroporto la Regione ci ha esplicitato in modo netto e chiaro la sua volontà di considerare in modo esclusivo quell’area. Prendo atto, com’è noto l’impostazione della nostra coalizione era ragionare su altre aree. Sarebbe stato meglio guardare a est di Alessandria, nell’area tra la nostra città, Tortona e Novi. L’area di piazza d’Armi, infatti, ha molte criticità ma non sarò io a mettere i bastoni tra le ruote allo sviluppo di un progetto fondamentale per la città. Se la posizione della Regione è questa non sarò a far ritardare questo intervento importantissimo. Certo, ormai la mia giunta si è insediata da quasi tre mesi e, da parte della Regione, vorrei vedere una presenza maggiore e un rispetto maggiore per il nostro territorio, con una riunione che bisognava fare anche prima qui ad Alessandria, come avevamo chiesto. Detto questo non voglio fare polemica, andiamo avanti sul nuovo ospedale perché è una infrastruttura necessaria per Alessandria e per tutto un territorio di area vasta”. 

adv-531