ALESSANDRIA – Gli eventi organizzati nelle città non sono “la soluzione” alla crisi del piccolo commercio e neppure “la risposta” per aumentare la presenza di turisti. Gli appuntamenti organizzati durante tutto l’anno, ha ricordato la presidente provinciale Confesercenti, Manuela Ulandi, sono però un importante biglietto da visita su cui i commercianti investono “risorse importanti”, sia economiche che umane.

Per non vanificare “energie e sforzi” gli appuntamenti vanno programmati con anticipo. “Programmazione” è il monito che lancia da tempo l’associazione dei commercianti, in particolare all’amministrazione comunale di Alessandria. Fissare tutti gli eventi in un calendario evita di “affollare” di appuntamenti un fine settimana e lasciare orfani di iniziative “collaterali” altri importanti eventi nelle città. La programmazione, ha spiegato Manuela Ulandi, è “un nodo al fazzoletto” per chi lavora nel settore del commercio e deve decidere su quale evento puntare ma è fondamentale anche per pianificare una efficace strategia di comunicazione per le iniziative organizzate.

In queste calde giornate d’estate, Confesercenti Alessandria è quindi tornata a sollecitare un confronto per “calendarizzare” già da ora tutti i principali eventi del 2020.Noi non ci lagniamo di dover lavorare in fretta e furia ma ci teniamo a fare bella figura e a farla fare al capoluogo e a tutte le altre città della provincia”.

adv-458