International Six Days of Enduro 2021: la cerimonia d’apertura

PAVIA – Oggi, alle ore 18.00 al Castello Visconteo di Pavia, si è tenuta la cerimonia inaugurale della International Six Days Enduro, la competizione mondiale motociclistica di resistenza fuori strada più famosa del mondo, che quest’anno toccherà Oltrepò Pavese e Val Curone. Ventuno le nazioni impegnate nella Sei Giorni di Enduro 2021, tra cui l’Italia, con 183 membri a rappresentare il tricolore azzurro nel motorsport sui quasi settecento – in totale – partecipanti alla competizione.

Una cerimonia nella splendida cornice del Castello Visconteo che ha visto sfilare sul palcoscenico e nel parco del Castello, ognuna delle nazionali provenienti non solo dall’Europa, ma da tutto il mondo, come gli atleti del Messico, Brasile, Sud Africa, e persino il Giappone, iscritto last minute alla Six Days. E poi loro, gli USA, detentori del titolo 2019, col simbolico gesto di consegnare la Coppa sul desk della Six Days; due anni fa, furono Stu Baylor, Taylor Robert, Kailub Russell Ryan Sipes a trionfare nella categoria “regina”.

Il video completo della presentazione team con il commento delle autorità, tra cui il Sindaco di Pavia, Fabrizio Fracassi.

Non posso nascondere la soddisfazione per questo evento che dal punto di vista sportivo realizza un obiettivo per me è fondamentale: riportare Pavia e il suo territorio al centro di dinamiche sia di nazionali che internazionali in ogni ambito. Ospitare la 95esima Edizione della Sei giorni Internazionale di Enduro è un sogno che si avvera, per me e per gli amici del Moto Club Pavia. Abbiamo lavorato lungamente fin dai primi mesi del nostro insediamento. Portare nel nostro amato territorio quello che è considerato all’Olimpiade della moto. Un’opportunità impersonale, eccezionale, un’opportunità sia sotto il profilo sportivo sia per la promozione turistica“.

Continua, sul palco, il Sindaco Fracassi: “Non è stato facile. Prima ci si è messa la pandemia del Covid, ritardando di un anno all’evento che doveva essere nel 2020, poi sono sono entrate alcune complicazioni burocratiche e alcuni scetticismi autolesionistici. Associazione e persone contrarie che purtroppo non mancano mai. Ma io devo dire che con perseveranza non abbiamo mollato mai; siamo andati avanti e ora siamo qui, alla cerimonia di apertura della Six Days, manifestazione nata come testimonia quella coppa nel 191. ,Devo ringraziare calorosamente per tutto quello che è stato fatto, naturalmente, il Presidente Edoardo Zucca e gli amici del Moto Club Pavia; il Presidente Giorgio Bandoli del Moto Club Alfieri di Asti. Ringrazio la Federazione lombarda, nazionale e internazionale con cui tutti i suoi rappresentanti. Perché ci han dato questa opportunità? Ringrazio naturalmente, nondimeno, tutti i collaboratori, tutti coloro che stanno lavorando per questo evento. Devo ringraziare le forze dell’ordine, le associazioni, i sanitari che collaboreranno per la realizzazione e devo ringraziare anche tutti i colleghi, naturalmente dei comuni dei comuni, sia per quanto riguarda la provincia di Pavia sia per quanto riguarda la provincia di Alessandria. Che ci han dato questa possibilità, che hanno creduto anche loro. È un onore, davvero. Davvero un onore che questo è competizione, che prenderà il via da Rivanazzano Terme per toccare nelle sei tappe un programma, l’Oltrepò Pavese e la Val Curone, in provincia di Alessandria. Venga inaugurato in un luogo simbolo della città di Pavia, questo meraviglioso panorama, questo meraviglioso contesto che il castello visconteo. Devo ricordare, mi sembra obbligo che in questo contesto, in queste torri c’è stato il genio di genio livello internazionale Leonardo da Vinci che viene via qui a studiare e qui naturalmente ha studiato autonomia e ha affinato le sue conoscenze per quanto riguarda il discorso scientifico. Quindi questo è sicuramente un location particolare, molto particolare. Possono anche dire che. Devo fare poi un in bocca al lupo, tutto un grande in bocca al lupo, naturalmente a tutti, a tutti i piloti, tutti gli organizzatori, meccanici, tutti loro. E. Diciamo che vinca naturalmente, poi il migliore, però lasciatemi dire poi una cosa io non posso dire diversamente. Come faccio a non tifare Italia, dire ragazzi Mettetecela tutta per vincere, per farti via facciamo di tutto per vincere!

Per rimanere aggiornato sulle notizie per il tempo libero, clicca su Radio Gold Pavia, Vivere il Pavese.

Seguite Radio Gold Pavia su Facebook e Instagram

Ascolta Radio Gold Pavia in streaming o sulle frequenze – Pavia Città: 101.9