Made in Italy, ad Eataly: C.T.V. Oltrepò Pavese si lancia a New York

PROVINCIA DI PAVIA – Settembre, andiamo: è tempo di vendemmia e di promozione. E il nostro made in Italy non sta certo a dormire. La notizia che arriva in questi giorni è che questo settembre è stato interpretato come il mese “ Discover Oltrepò “ a New York, prima di conquistare anche Los Angeles, nella sua promozione (progetto Ocm Usa 2021), il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese – territorio che rappresenta il 62 per cento della produzione lombarda – si sta lanciando a Eataly New York nei suoi due punti importanti: il Flatiron e il Downtown.

(L’intervista alla Presidente del Consorzio di Tutela Vini Oltrepò Pavese, Gilda Fugazza)

E dopo settembre arriva ottobre, che sarà il mese di Milano.  Anzi il mese di … ad un’ora da Milano Wine Week  (dal 2 al 10 ottobre), con base centrale Palazzo Bovara ma poi 10 wine districts abbinati ai Consorzi e un collegamento internazionale con 11 città che racconteranno il valore del vino.

Il Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese sarà presente e molto attivo in occasione del grande evento internazionale i Milano dedicato al vino, messo in scenda da Federico Gordini. Sempre più effervescente la presenza dei vini delle Denominazioni d’Oltrepò Pavese nel wine district di Eustachi-Plino, alle Perle d’Oltrepò Pavese l’onore di inaugurare la serie di Masterclass a Palazzo Bovara. L’appuntamento è per domenica 2 ottobre. Il programma e i dettagli qui https://milanowineweek.com/news-e-rassegna-stampa/

adv-433

Le due masterclass del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese saranno dunque all’insegna del mood Discover Oltrepò, un appuntamento e un viaggio sulle colline, delizia pura per #OltrepoWineLovers, e metteranno nei calici le Perle d’Oltrepò Pavese con un finale sprint: lo show mixology OltreMiTo a cura del sommelier capobarman Sergio Daglia.

Gilda Fugazza, presidente Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, ha salutato con queste parole l’edizione 2021 di Milano Wine WeekMilano Wine Week è una vetrina fondamentale per il Vino Lombardo e per tutti i Consorzi che si occupano di valorizzare la qualità e la tutela delle nostre eccellenti Denominazioni. Da qualche anno siamo usciti dall’anonimato anche “ad un’ora da … Milano” e questa vicinanza non solo chilometrica ma anche di obiettivi condivisi, con Milano e con le altre città a un’ora dall’Oltrepò Pavese (Genova, Torino e Piacenza), ci sta dicendo che la strada è quella giusta.

 Una strada della ripartenza di qualità, della tutela del made in Italy, e della promozione della biodiversità della nostra Terra che il mondo non solo ci invidia ma apprezza come sta accadendo in questi giorni, a Milano, con le degustazioni del fuorisalone di Miart con Ascovilo e Grana Padano, ma anche dall’altra parte del mondo, a New York, nei grandi store di Eataly e nell’interessantissimo Eataly Wine. Il nostro è un Oltrepò Divino sempre più sostenibile ed internazionale e lo vogliamo promuovere al massimo, con meritato orgoglio.

Carlo Veronese, direttore del Consorzio Tutela Vini Oltrepò Pavese, impegnato in questi giorni in uno spumeggiante incontro fra Dop Gran Padano e Vini di Lombardia in Casa Nervesa, a Milano, ha detto:  Da Milano a New York, ai grandi eventi che si susseguiranno come Vinitaly e Merano Wine Festival, siamo nel pieno dei mesi clou che sintetizzano un mondo che non si è mai fermato, nemmeno per il Covid-19, quello del vino di qualità. E che ha solo entusiasmo nel proporsi al pubblico di settore e non, perché questa siccità di eventi e incontri ad personam non ci ha demoralizzato, piuttosto ci  ha rafforzato, ci ha reso più innovativi e dinamici, ci ha convinto ad essere ancora più carichi di energia positiva per fronteggiare un mercato sempre più interessante, internazionale e orientato alla qualità e tipicità, offrendoci l’occasione d’oro di valorizzare le “perle d’Oltrepò” e il loro Territorio “divino”. Per promuovere prodotti che stanno convincendo anche i palati più fini. Lo testimoniano le esperienze maturate in questi mesi con le degustazioni delle Guide ufficiali, l’ultima, quella esclusivamente di bollicine, operata dalla testata austriaca Falstaff, ci ha definitivamente proiettato nel livello top dei competitor.

 È sempre di più un Oltrepò da degustare e raccontare: Guardiamo avanti con fiducia anche alla imminenti occasioni di tasting e di comunicazione con gli appuntamenti di degustazione che si susseguiranno da oggi in avanti, settimana dopo settimana: – dice ancora Carlo Veronese – mi riferisco ad un evento degustazione organizzato da Ais Lombardia con noi, volutamente in Oltrepò Pavese, per proseguire con il tour sul territorio di una importante delegazione di stampa estera qualificata nel mondo del vino, con una immersione totale anche nel mondo del Pinot nero d’Oltrepò Pavese, fino alla settimana di Milano Wine Week, con l’apertura delle Masterclass affidata alle nostre Perle, poi Vinitaly con Ascovilo (insieme con altri 12 Consorzi dei vini di Lombardia, ndr), fino a Merano Wine Festival.

 (Fonte: uff.st. CT.V. Oltrepò Pavese)

Seguite Radio Gold Pavia su Facebook e Instagram

Al minuto 20 nelle ore dispari, il giornale radio di Vivere il Pavese

Ascolta Radio Gold Pavia in streaming o sulle frequenze – Pavia: 101.9