Science Battle Pavia, una sfida tra ricercatori

PAVIA – Il 24 settembre, a partire dalle ore 15, si svolgerà presso l’Aula del 400 dell’Università di Pavia la Science Battle; tre università europee si sfideranno in una goliardica gara scientifica, per risolvere domande enigmatiche.

La Science Battle è un evento nato per intrattenere il pubblico, mostrando in modo concreto come i ricercatori affrontano un problema e per dimostrarne il processo. Il gioco è stato creato nel 2016 dall’Università di Turku, in Finlandia; dopo il grande successo riscosso in tutta Europa, fa ora tappa nella Città Universitaria.

Il primo turno, si svolgerà in occasione dell’annuale Notte dei ricercatori, a Pavia, vedrà in campo le Università di Pavia (Italia), Poitiers (Francia) e Turku (Finlandia) tre atenei che fanno parte dell’European Campuses of City Universities alliance (EC2U). E’ già in programma, per il prossimo 2022, il secondo round, tra le Università di Coimbra (Portogallo), Iasi (Romania), Jena (Germania) e Salamanca (Spagna). I vincitori si daranno poi battaglia per la fase finale, nel 2023.

Science Battle Pavia, le regole del gioco

La prima Science Battle dell’alleanza accademica EC2U vedrà in gara tre team di ricercatori di sei membri ciascuno.
Le squadre saranno “rinchiuse” in un cubo di vetro per tre ore per risolvere le domande presentate dal pubblico. Ogni sede di gara avrà un host. Ci saranno anche giudici, che assegneranno arbitrariamente punti alle squadre per arguzia, intrattenimento, ragionamento, finalità, e il pubblico potrà dare punti aggiuntivi in base alle proprie preferenze.

adv-937

Fondamentale il ruolo del pubblico: le domande ai ricercatori saranno formulate in base ai suggerimenti raccolti da studenti e appassionati di scienza. Inoltre il pubblico, presente in aula o collegato in diretta online (è prevista una diretta Facebook e Zoom), potrà seguire il lavoro dei ricercatori e potrà anche aiutare i team e porre ulteriori domande.

I team di ricerca saranno multidisciplinari e le domande possono essere su qualsiasi tema. Nelle precedenti Science Battles, ai ricercatori è stato chiesto, tra le altre cose: perché le stelle e altri corpi celesti come la terra siano quasi rotondi; se sia eticamente meglio mangiare insetti o carne; perché i tubi dell’acqua si congelano più facilmente quando il gelo si attenua; perché l’uomo è così egoista; quanti palloncini sono necessari per sollevare in aria una persona di 80 kg. Ciascuna delle università ha raggruppato una squadra di ricercatori di diverse discipline, background e livelli di ricerca, ma tutti accomunati dalla voglia di avventurarsi nel rispondere alle domande più varie.

Science Battle, il team italiano

Il team di Pavia sarà composto da Alessandro Bacchetta, fisico teorico; Francesca Guma, docente di filosofia; Francesca Sanguineti, ricercatrice del Dipartimento di Scienze economiche e aziendali; Mattia Gilio, ricercatore del Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente; Rachele di Giuseppe, ricercatrice in biochimica e scienze dell’alimentazione; Tullio Facchinetti, ingegnere informatico.

L’evento sarà moderato da Andrea Zatti, Docente di Politiche pubbliche e ambientali, e Agnese Marchini, Docente di ecologia. (fonte: Ufficio Stampa Università di Pavia)

Seguite Radio Gold Pavia su Facebook e Instagram

Al minuto 20 nelle ore dispari, il giornale radio di Vivere il Pavese

Ascolta Radio Gold Pavia sulle frequenze DAB+  canale 7C  a Milano e nelle province di Lodi, Monza e Brianza