Giornata della Memoria: tutte le pietre d’inciampo in provincia di Pavia

PROVINCIA DI PAVIA – In tutto il mondo, il 27 gennaio le vittime dell’Olocausto vengono ricordate nella Giornata della Memoria. In provincia di Pavia sono ben trentuno le pietre d’inciampo esistenti posizionate direttamente dal creatore dell’installazione, l’artista tedesco Gunter Demning. Mattoncini in ottone posizionati di fronte all’ultima abitazione di persone libere, vittime dei nazisti e degli alleati fascisti. Ognuna di quelle pietre riporta il nome e cognome, la data di nascita, la data, il luogo di deportazione e la data di morte.

adv-458

Grazie alle pietre d’inciampo, come vengono chiamate, il ricordo dei caduti della Shoah si fa più diffuso. Un pensiero ai deportati parte dalle strade, dalle piazze che calpestiamo ogni giorno, composto da una mappa della memoria non relegata a un singolo monumento o a un singolo giorno. Un modo per tenere a mente tutto ciò con quei mattoncini che, con discrezione,  dal basso, “inciampandovi” quasi per caso, riescono a metterci in relazione col passato. Ecco dove si trovano tutte le pietre d’inciampo, in provincia di Pavia.

Belgioioso

A Belgioioso sono ubicate quattro pietre d’inciampo, non lontano dalla zona del Castello. Ricordano Alter Nissan Sturm, Isaak Henoch Sturm, Jakob Lazar Sturm e Pessla Sturm Hauser.

Broni

Una pietra a Broni ricorda un celebre cittadino, originario di questa città: Egisto Cagnoni. Fu sindaco di Mortara e segretario della camera del lavoro di Pavia tra il 1918 e il 1922.

Cilavegna

A Cilavegna si trova la pietra dedicata a Giovanni Maccaferri, nato l’8 dicembre del 1923, operaio presso dello storico calzificio Giudice.

Gambolò

In Piazza del Municipio a Gambolò è stata posata la pietra in ricordo di Paolo Cotta Ramusino lo scorso 27 gennaio 2o20.

Garlasc0

A Garlasco, invece, due pietre ricordano il muratore e artigliere Pietro Gallione, nato nel 1918, e il contadino Francesco Mazza, l’angelo dei militari.

Gravellona Lomellina

Oltre alla Stolperstein a Gravellona Lomellina esiste anche una via dedicata a Clotilde Giannini, anche lei operaia al calzificio Giudice. Venne arrestata in un blitz nel calzificio insieme altri membri nella commissione interna dell’azienda, tra cui Camilla Campana, Luigina Cirini e Giovanni Maccaferri.

Landriano

A Landriano, il 23 gennaio 2019, Gunter Demnig ha posizionato tre pietre d’inciampo in ricordo dei fratelli Max Herbert, Sigismondo e Sofia Bick.

 

Mede e Mortara

In Via Andrea Costa a Mede, e in Piazza Marconi a Mortara, ci sono le pietre d’inciampo in memoria di Carlo Nipoti e Cesare Cappettini.

Pavia

A Pavia le pietre vennero collocate nel gennaio 2019. Si tenne anche lo spettacolo “Inciampare per ricordare”, nel Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria; un recital interpretato da Lucia Ferrati, con pittura dal vivo di Giuliano Del Sorbo. In città ne esistono quattro, in memoria di Rosa Gaiaschi Pettenghi, Luigi Bozzini, Giovanni Alt e Carlo Pietra.

Santa Cristina e Bissone e Travacò Siccomario

Pietro Gatti viene ricordato con una pietra d’inciampo a Santa Cristina Bissone, operaio specializzato della fabbrica Vittorio Necchi. A Travacò Siccomario, invece, una pietra in ottone commemora Ferruccio Derenzini, autore nel 1950 di un manoscritto dal titolo “Il campo di sterminio di Dachau. La marcia di eliminazione e l’avventura del ritorno in patria.” Il manoscritto di ventisei pagine è conservato all’Istituto Gramsci di Torino.

Varzi

Nel borgo di Varzi sono state posate da Gunter Demnig in persona, le prime pietre di inciampo in provincia di Pavia. Sono cinque, dedicate a Ugo Domenico Bozzi, Mario Casullo, Giacomo Centenaro, Antonio degli Alberti e Antonio Poggi. Inoltre, due pietre commemorative sono state erette per tutti i combattenti della resistenza di Varzi. Una lapide è riposta sulla facciata della Scuola Materna.

Vigevano

Per le strade di Vigevano sono incastonate quattro pietre d’inciampo. Commemorano Santino Bonafin, Anna Botto, Ermes Testori e beato Teresio Olivelli, che si diplomò al Liceo Cairoli.

Voghera

La pietra d’inciampo in memoria di Jacopo Dentici è riposta in Via Don Minzoni, a Voghera. Dentici studiò qui e dal 1966, il Liceo Galileo Galilei di Voghera assegna un premio in suo nome.

Iscriviti alla newsletter di Radio Gold Pavia per ricevere tutte le notizie direttamente nella tua casella di posta.

Per tutte le notizie sul tempo libero aggiornate in tempo reale cliccate sulla homepage di Vivere il Pavese

Ascolta Radio Gold Pavia in streaming o sulle frequenze – Pavia: 101.9

Al minuto 20 nelle ore dispari, il giornale radio di Vivere il Pavese

Ascolta Radio Gold Pavia sulle frequenze DAB+  canale 7C  a Milano e nelle province di Lodi, Monza e Brianza.