CASALE MONFERRATO – Ben 39 comuni del Monferrato Casalese hanno deciso dichiarare “guerra” alle zanzare. Il progetto, il più grande in Piemonte, anche quest’anno è finanziato per metà dalle amministrazioni comunali aderenti e per metà dalla Regione e si propone di contrastare il proliferare del fastidioso insetto in ambito urbano, con particolare riguardo al contenimento della zanzara tigre (conosciuta con il nome scientifico di Aedes Albopictus), una specie molto molesta introdotta in Italia a partire dal 1990 e radicata ormai anche sul nostro territorio da alcuni anni. Per liberare il monferrato dalle zanzare i Comuni chiedono però di ripristinare i fondi per lotta in risaia, fondamentale per ottenere risultati efficaci.

“Abbiamo chiesto segnali di apertura in merito alla possibilità che questo finanziamento ritorni ad essere erogato al Vicepresidente e Assessore Regionale al bilancio Aldo Reschigna. Il progetto realizzato dalla referente Maddalena Vietti Niclot  è pronto  e nelle prossime settimane, assieme ad una delegazione del territorio, incontreremo lo stesso Reschigna per presentargli le nostre istanze in merito. La lotta in risaia, lo ribadisco, è il necessario completamento della lotta in ambito urbano: unendo i due interventi possiamo ottenere risultati efficaci” ha spiegato l’Assessore all’Ambiente del Comune di Casale Monferrato Cristina Fava. Continua dopo il banner

adv-897

Di seguito l’elenco dei Comuni che aderito al progetto: Casale Monferrato, Balzola, Camagna Monferrato, Camino, Cereseto, Castelletto Monferrato, Cella Monte, Cerrina Monferrato, Coniolo, Conzano, Cuccaro Monferrato, Frassinello Monferrato, Frassineto Po, Fubine, Gabiano, Giarole, Mirabello Monferrato, Mombello Monferrato, Morano sul Po, Occimiano, Odalengo Grande, Olivola, Ottiglio, Ozzano Monferrato, Pomaro Monferrato, Pontestura, Ponzano Monferrato, Quargnento, Rosignano Monferrato, Sala Monferrato, San Giorgio Monferrato, Solonghello, Terruggia, Ticineto, Treville, Trino, Valmacca, Vignale Monferrato e Villamoroglio.