Dove raccogliere i funghi in provincia di Alessandria nell’autunno del 2021

PROVINCIA DI ALESSANDRIA – L’autunno, con i suoi colori e i suoi profumi, è puntualmente arrivato. Inizia così una stagione tanto cara per gli amanti delle passeggiate ma soprattutto per gli amanti dei funghi. Le piogge di inizio settimana e un aumento dell’umidità sono di certo favorevoli alla nascita di queste leccornie, tra le più ricercate sulle tavole italiane. Attenzione però a non cadere nell’errore e confondere una specie velenosa da una commestibile. Per questo il consiglio è quello di dotarsi di una buona guida illustrata come Funghi in Italia. Guida pratica alla ricerca ed al riconoscimento o, come nel nostro caso, affidatevi anche a Funghi del Piemonte: 233 specie di facile riconoscimento. Ricordiamo che per la provincia di Alessandria è attivo anche il servizio da parte dell’Asl per evitare brutte esperienze.

Ma quali sono le zone migliore per ricercare funghi nelle nostre zone? Nell’Alessandrino sono assolutamente consigliate le località di Ponzone e Mornese. Anche le colline di Ovada e il Monte Colma sono ottime zone per trovare i porcini. Quando si decide di andare per boschi, oltre ai vari tipi di funghi, è possibile raccogliere molto altro come: fragoline di bosco, more di rovo, mirtilli, lamponi, bacche di ginepro e di mirto, asparagi selvatici, corbezzoli, ma anche castagne, nocciole, pigne e pinoli.

Per le altre tipologie di funghi commestibile in provincia sono ottime, oltre alle già citate zone dell’Acquese e dell’Ovadese, anche le Valli Borbera, Spinti e Lemme nel Novese. Per il Tortonese il consiglio è quello di setacciare le Valli Curone, Grue e Ossona. Insomma, l’appennino a cavallo tra Piemonte e Liguria è decisamente luogo ricco di funghi per chi sa cercarli. Se siete alle prime armi, vi invitiamo a leggere il nostro articolo: I consigli utili per cercare e riconoscere i funghi commestibili nei boschi.

Ricordiamo infine che chiunque voglia effettuare la raccolta dei funghi epigei sul territorio della Regione Piemonte deve munirsi del titolo per la raccolta. La raccolta è consentita in tutti i giorni della settimana.