Autunno in Piemonte: i cinque luoghi da scoprire in questo periodo

RADIOGOLD – Per gli amanti della natura ottobre sa essere un mese magico. Colori, profumi, clima. Tutto in questo periodo è in continua evoluzione. Il graduale ma costante passaggio dall’autunno all’inverno sa regalare scorci ed esperienze davvero uniche. Ecco allora cinque escursioni e itinerari da fare assolutamente (anche) in questo periodo nel nostro bel Piemonte.

VIGNE E LANGHE

Partiamo dal più classico dei tour: quello delle Langhe tra borghi e vigneti. Si tratta di una meta imperdibile per chi ama la natura. Questi luoghi sono la meta ideale per chi ha voglia di un’escursione immersa nei colori dell’autunno. Ricordiamoci inoltre che questa è la stagione dei tartufi, della vendemmia e del foliage. I piccoli centri abitati sono spesso popolati da piccoli ristorantini che offrono i prodotti tipici del luogo. Vi consigliamo la lettura della Guida Langhe e Roero – Piemonte Meridionale: Mappe e consigli per visitare Alba, Bra, Barolo, Cherasco e i più bei borghi di Langhe e Roero.

adv-818

IL BELVEDERE DI LAMORRA

Questa regione piemontese è la meta per eccellenza per un weekend d’autunno. Ci troviamo nel cuneese, per la precisione a La Morra. Qui si trova un bellissimo belvedere che domina le vallate e le leggeri pendici della zona coltivate per lo più a vigna. In quella zona si trova il castello di La Morra che fu possesso di Sordello da Goito, cavaliere di Carlo d’Angiò, e dal 1300 della famiglia Falletti. Dove sorgeva l’antico castello adesso si trova il Ristorante Belvedere affacciato ad uno dei balconi naturali più suggestivi delle Langhe. Alla scoperta delle Langhe. A spasso nelle terre dei grandi vini

IL PARCO DELLA BURCINA

Ci spostiamo così nel biellese, al parco della Burcina in Piemonte. Qui si trova una riserva naturale a due passi dal centro di Biella con alberi secolari. Affascinante non solo in primavera, dove a farla da padrone sono i fiori e la natura che esplode in tutta la sua bellezza, ma anche l’autunno con i suoi colori altrettanto intensi e coinvolgenti. In questo caso vi consigliamo Parco Burcina. Ediz. illustrata.

OASI ZEGNA E FOLIAGE

Rimaniamo nel Biellese e nell’Oasi Zegna. In questa zona si può ammirare il foliage a bassa quota con i boschi che si tingono di giallo, rosso e marrone. L’Oasi Zegna è un’area naturalistica ad accesso libero e gratuito in provincia di Biella. Le sue radici risalgono agli Anni 30 ad opera dell’imprenditore Ermenegildo Zegna, fondatore del Gruppo Zegna. L’uomo si dedicò a dare nuova vita al suo paese natale creando un’oasi di una bellezza unica. Potete leggere in questo caso Biella e provincia – Candelo, Santuario di Oropa, Valle del Cervo, Oasi Zegna.

LA VAL D’OSSOLA

Nella zona più alta del Piemonte, incastonate tra Lago Maggiore e territorio elvetico, ci sono valli dalla natura incontaminata e borghi dove il tempo pare essersi fermato. Si tratta di zone in cui è possibile fermarsi un weekend, anche in autunno, per visitare i piccoli borghi di Vogogna e Santa Maria Maggiore oltre alla città di Domodossola. Per ammirare i colori del foliage il consiglio è quello di fare un’escursione al Lago delle Streghe, al Lago delle Fate o agli Orridi di Uriezzo. Potete in questo caso approfondire leggendo Verbano Cusio Ossola con lo zaino in spalla.

adv-662

Photo by Lucia Gherra on Unsplash