Nascono quattro Case della Salute, per non intasare gli ospedali

PROVINCIA – Uno strumento intermedio tra il paziente cronico e il medico di famiglia, per evitare al malato l’accesso al pronto soccorso. Dallo scorso 5 dicembre l’Asl di Alessandria ha attivato in provincia quattro Case della Salute, ad Arquata Scrivia, a Castellazzo Bormida, a Castelnuovo Scrivia e a Moncalvo.

“Siamo orgogliosi di poterle annunciare, qualche mese dopo aver presentato il progetto insieme all’assessore regionale Saitta ha dichiarato il direttore generale dell’Asl Al Gilberto Gentili “dalla Regione è arrivata un’importante spinta propulsiva in questo senso con un finanziamento complessivo di 8 milioni di euro per tutto il Piemonte a cui noi abbiamo aggiunto l’avanzo di bilancio di 1 milione e 129 mila euro, necessari a effettuare degli interventi strutturali.”

adv-799

Ognuna di queste potrà contare su un’equipe multidisciplinare di professionisti: tra le figure presenti ci saranno un pneumologo, diabetologo, neurologo, cardiologo, dietologo, fisiatra e un vulnologo, oltre che i cosiddetti infermieri di famiglia e di comunità. L’Asl di Alessandria ha poi posto la sua attenzione su alcuni aspetti strumentali e tecnologici in grado di ridurre l’accesso dei pazienti in ospedale. Tutte e quattro le Case della Salute saranno dotate di spirometri e elettrocardiografi, questi ultimi in grado di effettuare esami refertati a distanza dai cardiologi grazie all’accesso alla rete informatica.

In provincia ci sono ci sono poi altri due centri destinati a diventare Case della Salute nel prossimo futuro: a Ovada e a Valenza, ma in questo caso occorrerà procedere alla dismissione dell’ex Mauriziano per poi mettere a punto la nuova sede in via Raffaello. “Ma ci sono anche diversi sindaci del Monferrato che si sono fatti avanti a sollecitare la presenza di una Casa della Salute anche nei loro Comuni” ha sottolineato il direttore generale Gentili.

adv-139

L’Asl di Alessandria ha anche presentato i tre nuovi direttori di Struttura Complessa nominati di recente (foto): Roberto Recupero si occuperà di Medicina e Chirurgia d’Accettazione e d’Urgenza, Federico Nardi di Cardiologia a Casale Monferrato e Piero Guido Grassano, Ostetricia e Ginecologia sempre nella città monferrina. “Si tratta di professionisti di alto profilo. In tre anni abbiamo rinnovato più di venti primari” ha concluso il direttore Gentili “a breve nomineremo gli ultimi due, di Pediatria e Nefrologia, tutto prima della fine del nostro mandato prevista il 30 aprile.”