Un’altra donazione di organi all’Ospedale di Novi
adv-459

Un’altra donazione di organi all’Ospedale di Novi Ligure. Grazie alla generosità dei familiari di una donna di 67 anni (B.M.) di Arquata Scrivia, tre pazienti in attesa di un trapianto hanno ricevuto una preziosa possibilità di guarigione. La 67enne arquatese, colpita da un’ischemia cerebrale lo scorso 26 settembre, è stata dichiarata clinicamente deceduta alle 14,30 dello scorso 2 ottobre. Dopo l’assenso da parte dei familiari è iniziata l’osservazione da parte della Commissione, formata da un medico rianimatore, da un medico legale e da un neurologo. Trascorse le 6 ore previste dalla legge sui trapianti d’organo sono quindi iniziate le procedure per il prelievo. In sala operatoria, i medici urologi e oculisti sono stati affiancati dall’equipe delle Molinette di Torino specializzata per i trapianti di fegato e diretta da Mauro Salizzoni. I medici  si sono prodigati dall’1.30 del 3 ottobre fino alle 8.30 del mattino nel delicato compito di prelevare i reni, il fegato e le cornee. Gli organi sono quindi stati trasportati al Centro Trapianti di Torino. Reni e fegato  sono impiantati in tre pazienti.  mentre le cornee sono temporaneamente conservate nella Banca delle Cornee regionale.

adv-196

L’Asl Al ha voluto esprimere “un sentito e profondo ringraziamento ai familiari della signora, che con il loro assenso hanno permesso di dare corpo alle speranze di tre persone in grave difficoltà e in attesa di un organo, ma anche al personale delle equipe di Sala Operatoria e Rianimazione dell’ospedale di Novi Ligure, che hanno profuso il loro impegno lavorando anche oltre l’orario dovuto per portare a termine il prelievo”.