Illustratore alessandrino da mille ‘stelline’. I suoi disegni sulle confezioni di una nota marca di biscotti

Nei supermercati italiani, d’ora in poi, ci sarà un pezzo di Alessandria. Nessun logo o riferimento fotografico alla città ma solo la creatività di un illustratore alessandrino, autore del nuovo packaging di una scatola di cereali per la prima colazione. Parliamo di una nota marca di biscotti e prodotti dolci in cui ammiccano delle stelline, disegnate dall’illustratore locale Andrea Musso. Una bella soddisfazione per lui ma anche per quanti lo conoscono e hanno avuto modo di apprezzare la sua simpatia e la sua dedizione al lavoro. Andrea ha spiegato così il gratificante risultato finale: “mi sono occupato delle illustrazioni per il rifacimento della confezione del Pan di Stelle cereali. Un’agenzia mi ha commissionato il lavoro e ha voluto dei personaggi più divertenti rispetto al passato, funionale alla destinazione della merce: pensata in particolare per i bambini. C’è stato un lungo lavoro perché sul cartone potevano finire animaletti o supereroi, ma, grazie ai test con i consumatori, le illustrazioni delle stelline sono piaciute e a loro sono stati associati dei giochi che cambieranno nel tempo”.
Musso ha dovito lavorare a lungo prima di arrivare al risultato finale: “ho una cartellina piena di bozze a matita. Infatti i dettagli e le particolarità che si vanno a controllare sono stati tantissimi: dall’inclinazione del prodotto, alle sopraciglia fino anche al latte che esce dalla tazza. Dopo la carta e la matita siamo passati a software complessi e poi è arrivata una parte di studio e pianificazione a dimostrazione di come nulla venga lasciato al caso. Il packaging è uno dei settori in cui serve sempre qualcosa con molta personalità”.
Andrea è naturalmente soddisfatto anche perché quando si impugna il carrello della spesa è impossibile non imbattersi nel suo lavoro: “ho capito che con un milione e 700 mila fan su facebook questo è uno dei prodotti più apprezzati. La diffusione del prodotto è notevole e impressionante anche perché sono ormai affezioanto alle mie stelline; sono quasi diventate degli animali domestici nonostante una crisi di rigetto verso luglio-agosto – scherza ancora Andrea Musso. Adesso che però il prodotto è uscito posso dire che mi sono affezionato al lavoro e al risultato”.
In effetti aprire la dispensa e immaginare che quella confezione è il frutto della propria fantasia, per rimanere in abito commerciale, non ha prezzo.