adv-460

ALESSANDRIA – Il Marengo Hub non è più “solo un’idea”. Con l’approvazione dei progetti definitivi da parte della Giunta di Alessandria, lunedì è iniziata la fase “operativa”per realizzare i sette lotti di “un progetto corale”, come l’ha definito il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, che cambierà “il volto dell’area est di Alessandria e i suoi collegamenti con la Fraschetta e, in particolare, con Spinetta Marengo.

Entro giovedì 7 giugno, infatti, la delibera della Giunta verrà trasmessa alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, contestualmente all’istanza di erogazione del 20% dei 18 milioni garantiti ad Alessandria dal Bando Periferie. Circa 3,6 milioni di euro, che serviranno a coprire i costi della fase progettuale. Per l’avvio dei lavori veri e propri bisognerà però attendere la “tarda primavera 2019” ha spiegato “molto prudentemente l’architetto Pierfranco Robotti, RUP del “Marengo Hub”. Se già la fase preliminare non è stata semplice, anche la prossima si preannuncia complicata. Per alcuni progetti serviranno conferenze dei servizi, per altri sarà indispensabile l’ok della Sovrintendenza. Anche i bandi di gara, che sempre “molto prudentemente” si potranno aprire tra ottobre e novembre, saranno “complessi”. Quasi tutti, infatti, dovranno rispettare le regole europee dell’offerta “economicamente più vantaggiosa”. Difficile, quindi, dire ora quale potrà essere il primo cantiere a partire. Ogni progetto ha un suo preciso cronoprogramma e per molti lavori bisognerà tenere conto del periodo dell’anno e delle condizioni del tempo.

adv-468

Lo staff dei lavori pubblici”, comunque “non vede l’ora di iniziare” ha garantito l’assessore Giovanni Barosini alla nutrita schiera di progettisti del “Marengo Hub” che, coordinata dagli uffici del Settore Urbanistica di Palazzo Rosso, è riuscita a imprimere l’ultima necessaria accelerata per consegnare in tempo i progetti definitivi. In quei sette lotti, ha sottolineato il vicesindaco e assessore all’Urbanistica Davide Buzzi Langhi c’è il frutto di un lavoro durato due anni che avvicinerà Spinetta alla Città anche attraverso una nuova pista ciclopedonale. Un tracciatoilluminato e dotato di connessione wi-fi” del valore di 4.903.400 euro che partirà dall’ultimo tratto di via Sardegna, passerà sul ponte Bormida, dove verrà realizzata una specifica passerella lunga 180 metri per pedoni e ciclisti finanziata con 2.617,500 euro, proseguirà dietro Zuccherificio, la Paglieri e arriverà fino al Parco del Museo di Marengo. Oltre al lotto di lavori che porterà alla riqualificazione degli spazi di Villa Delavo, anche il parco della battaglia tra le truppe di Napoleone e l’esercito austriaco mostrerà gli effetti del Marengo Hub.  Il progetto, infatti, prevede un intervento per mettere a dimora oltre 100 alberi e migliaia di piante di piccole dimensioni nell’area verde di 50 mila mq e, con i complessivi 2.086.500 euro, realizzare anche un parco vicino al Platano di Napoleone. I finanziamenti del Marengo Hub, inoltre, consentiranno di realizzare una rete di 1.3 km per il teleriscaldamento agganciata alla centrale calore realizzata con 1.453.000 euro di fondi privati stanziati dalla Solvay Speciality Polymers Italy, cui verranno subito allacciati la scuola Caretta, la sede Vigili e sette condomini dell’Atc.

Il Marengo Hub aumentarà poi la sicurezza, grazie alla realizzazione di quattro postazioni di videosorveglianza intorno a Spinetta in grado di leggere le targhe delle auto in transito, cui si aggiungeranno 12 telecamere puntate su museo e parco di Marengo, sei occhi elettronici per la scuola e asilo Caretta e i due fissi sui Quartieruzzi. Per il centro sportivo di Spinetta non sono previste solo telecamere ma una riqualificazione dei campi e dell’intera struttura con una parte dei 2.934.400 euro destinati anche alla ristrutturazione della scuola Caretta, del Centro civico e del comando Polizia Locale di Spinetta, del centro gioco Bianconiglio, cui si aggiungeranno gli interventi per realizzare un progetto di Orti Urbani nell’area adiacente a Cascina Carnevala, attualmente non utilizzata.

Il Marengo Hub, comunque, non sarà solo “lavori pubblici”. Circa 300 mila euro, infatti, saranno destinati a creare una rete di servizi per i cittadini di Spinetta, in particolare per anziani o famiglie in difficoltà, con la regia del Cissaca, il Consorzio dei servizi socio-assistenziali dell’Alessandrino. L’approvazione dei progetti definitivi da parte dell’amministrazione avvia “un progetto straordinario e strategico per il futuro di Alessandriaha sottolineato il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco e segna “un passaggio fondamentale” di un lungo percorso iniziato all’epoca della precedente amministrazione, riuscito a radunare una squadra di progettisti e raccogliere anche il sostegno dei privati, il Sistema Edile di Alessandria con il suo progetto del Palazzo dell’Edilizia da 10 milioni di euro e la Solvay con l’investimento per la centrale termica, e garantire così 18 milioni per riqualificare un’area strategica di Alessandria.

adv-232