Percorribile a senso unico alternato il nuovo ponte sulla SP161 della Crenna

GAVI/SERRAVALLE –  Da questo lunedì 9 luglio automobilisti e pedoni potranno attraversare il nuovo ponte sul torrente Neirone lungo la Strada Provinciale 161 della Crenna, tra i comuni di Gavi e Serravalle Scrivia. Inizialmente il traffico sarà regolato a senso unico alternato e con limite dei 30 km orari. Una volta conclusi anche gli ultimi interventi sulle due spalle del ponte sarà possibile circolare a doppio senso di marcia.

La nuova struttura, costruita in corrispondenza del vecchio ponte demolito nel 2016, è uno degli interventi previsti lungo la SP161 ridurre l’impatto sulla circolazione dei mezzi dei cantieri del Terzo Valico. Come ricordato con una nota dal Commissario per il Terzo Valico, il progetto comprende anche l’allargamento della galleria della Crenna e la realizzazione preliminare di una deviazione provvisoria del traffico (bypass) sulla strada comunale Salita della Crenna, nel Comune di Serravalle, funzionale a garantire la circolazione durante i lavori nella galleria.

L’adeguamento del bypass, ha aggiunto il Commissario per il Terzo Valico, è ormai “pressoché ultimato, salvo un allargamento della sede stradale negli ultimi metri del percorso. Per poter attivare il bypass mancava ancora un elemento, definire a chi spettasse la gestione della strada comunale nel periodo transitorio di utilizzo come viabilità provinciale, ma anche questo passo è stato risolto grazie a una positiva collaborazione tra Rfi, Comune di Serravalle e Cociv, in un’ottica di ricerca di soluzioni condivise nell’interesse generale.

Ultimate le attività tecniche propedeutiche e i relativi collaudi, nei prossimi giorni verrà così consegnata all’amministrazione comunale di Serravalle la viabilità di bypass, la cui gestione straordinaria sarà affidata al Comune, con oneri di manutenzione a carico di Cociv. A breve sarà dunque possibile deviare il traffico della Sp161 sulla Salita della Crenna e iniziare i lavori di adeguamento della galleria, che dureranno circa 11 mesi”.