spinetta_marengo

ALESSANDRIA – Non c’è alcun pericolo per la popolazione. I tecnici di Arpa hanno tranquillizzato i cittadini di Spinetta Marengo riguardo l’origine delle esalazioni che, da qualche giorno, erano state segnalate dagli abitanti del sobborgo alessandrino, infastiditi da odori di gas in alcuni momenti della giornata, soprattutto nelle prime ore del mattino e della sera, nella zona del Castello di Marengo, della rotonda di Spinetta e verso Strada Bolla.

Mercoledì sera il tempo di permanenza di queste sostanze è stato maggiore e Arpa è riuscita a campionarle e analizzarle: “Contengono zolfo e vengono utilizzate nei processi di degradazione dei fanghi degli impianti di trattamento biologico dei reflui industriali” ha sottolineato il direttore provinciale dell’Agenzia Alberto Maffiotti.

Le percepiamo in maniera importante dal punto di vista olfattivo, possono essere comparabili allo stesso odore che emerge durante la putrefazione delle sostanze organiche ma non sono pericolose. La loro soglia di danno acuto nei confronti dell’uomo è decisamente molto elevata. Potrebbero però essere l’indice di un problema nella gestione di un impianto“.

Questi odori si propagherebbero da un’azienda del polo chimico di Spinetta: “Stiamo facendo degli approfondimenti, abbiamo già segnalato il problema per fare in modo di eliminarli il prima possibile. Occorre infatti trovare una soluzione alla causa che li ha scatenati. Stiamo avendo delle rassicurazioni sul fatto che tutto questo sarà fatto quanto prima, già nei prossimi giorni”.