Cavalcaferrovia Savonesa

TORTONA – Il cavalcaferrovia di strada Savonesa, struttura che collega la provinciale 211 con l’area industriale di Rivalta Scrivia, in questi e nei prossimi giorni sarà sottoposto a controlli approfonditi. Costruito circa 50 anni fa, il manufatto presenta infatti i segni del tempo. Il degrado non è solo visibile ma anche strutturale per l’anzianità del cavalcavia ma anche per la grande sollecitazione causata dall’incremento del traffico pesante verso e dall’Interporto.

A fronte di questi problemi il Comune di Tortona ha imposto il limite di 30 km all’ora, riducendo così le vibrazioni e l’impatto del peso e della velocità dei veicoli. Per avere però un quadro più completo però verranno eseguite prove sperimentali che consentiranno di valutare le caratteristiche meccaniche di spalle, pile e travi dell’impalcato. Sono stati già prelevati 8 carotaggi, 1 barra d’armatura e sono state compiute prove sclerometriche, oltre al rilievo della geometria del ponte. I test proseguiranno con l’estrazione delle barre di armatura dei pilastri oltre a prove ultrasoniche e di pull-out. Attraverso questi ulteriori esami sarà possibile conoscere le effettive condizioni statico strutturali del ponte.

Tutto questo, specifica l’amministrazione, in attesa del rifacimento del cavalcaferrovia di strada Savonesa, già previsto nell’ambito della realizzazione della tratta AV/AC Terzo Valico dei Giovi e
ancora recentemente sollecitato dall’Amministrazione Comunale a COCIV, prosegue l’attività di monitoraggio ad opera di tecnici comunali e di esperti del Dipartimento di Ingegneria Civile e Architettura dell’Università degli Studi di Pavia.

adv-72