PROVINCIA DI ALESSANDRIA – Esplosione di colori oggi in provincia, vi aspettano numerosi eventi all’aria aperta ma altrettanti spettacoli.

Per tutta la giornata Casale Monferrato ospiterà la Fiera di Marzo in occasioni dei festeggiamenti di San Giuseppe. Nei giardini pubblici davanti a piazza D’Armi, l’area di Viale Beretta sarà dedicata a vivaisti e fiorai,  mentre quella di viale Crispi all’alimentare e non alimentare. Inoltre è sempre presente il colorato Luna Park per giovani e famiglie. Sarà anche visitabile al Castello del Monferrato la mostra fotografica “Natale Palli a 100 anni dalla scomparsa”L’esposizione, raccoglie 28 pannelli fotografici relativi ai voli di ricognizione effettuati dal capitano Natale Palli nel 1918 sulle città dell’attuale Croazia.

Quinta festa dei frutti antichi e degli innesti domenica a Cartosio. Nella piazza del piccolo paese dell’Alto Monferrato si accoglierà la primavera,  pochi giorni prima dell’arrivo di quella astronomica, parlando di frutti antichi, insegnando ai  visitatori come conoscerli, piantarli, potarli, curarli. La mostra mercato consentirà di scegliere alberi da frutto, piantine di ortaggi e fiori, sementi,  oggettistica, attrezzature da orto e frutteto, prodotti alimentari di stagione e del territorio
Il “piatto forte” della mattinata sarà la conversazione, alle 11, di Giuseppe Barbera, professore  ordinario di Colture Arboree all’Università di Palermo,  con la  giornalista Emanuela Rosa Clot, direttrice dei mensili Gardenia, Bell’Italia e Bell’Europa e  animatrice di “Primavera Fruttuosa” sin dalla prima edizione in veste di cartosiana d’elezione.

adv-313

Alle 16, al “Teatro Besostri” di Mede, andrà in scena l’operetta in tre atti di Ralph Benatzky, eseguita a Berlino nel 1930, alla vigilia degli eventi devastanti della Seconda Guerra Mondiale.
L’operetta si inserisce splendidamente nel contesto di questa stagione lirica, sia per il suo sfondo estremamente romantico, sia per l’annunciato lieto fine che caratterizza il leggero e brillante mondo dell’operetta. Elena D’Angelo, con la sua “Compagnia d’Operette”, renderà reale l’ambientazione, grazie a oltre trenta artisti, all’orchestra e a una ricercata regia curata da Serge Manguette.

Doppia proiezione, alle 16.15 e alle 18.30, del film “La promessa dell’alba” al cinema Macallè di Castelceriolo. La pellicola porta sul grande schermo la storia di un amour fou, incondizionato, fusionale che lo scrittore Romain Gary raccontò in uno dei suoi romanzi più belli e più celebri.
Uscito nel 1960 “La promessa dell’alba” è il ritratto di una donna pugnace, il racconto di un figlio letteralmente posseduto dalla madre e di una traiettoria epica che regista Éric Barbier restituisce con foga ed energia. La principale qualità del suo film è di aver colto il carattere ‘senza sosta’ di una donna bigger than life, lo slancio romanzesco che la guidava e che applicava al quotidiano, immaginando in grande il futuro del suo bambino.

Sono dedicate a tre figure femminili diventate icone del Novecento, Frida Kahlo, Rita Levi Montalcini e Marilyn Monroe, le opere dell’artista Lady Be in mostra alle Sale d’Arte di AlessandriaL’esposizione è visitabile dalle 16 alle 19.
È così che l’ammiccante serena espressione di Marilyn Monroe, protagonista pop del mondo cinematografico, riproduce senza ombra di dubbi la seduzione della bellezza, mentre lo sguardo rassicurante e la fierezza della postura ben si addicono alla genialità della scienza di una straordinaria Rita Levi Montalcini. La forza e determinazione insieme allo spirito artistico infine, proprio dell’animo femminile, non potevano meglio essere rappresentati che da una determinata e misteriosa Frida Kahlo.

adv-834

Le sale della Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria, faranno da cornice a una sfilata di moda di costumi d’epoca.
L’evento “Storia della moda e del costume nella Donna dell’800. Da Maria Cristina di Savoia a fine secolo inizierà alle 17 ed è stato organizzato dall’Asm CulturAle – Costruire Insieme nell’ambito della rassegna “Marzo Donna 2019”. Condurrà la serata Luciano Tirelli.

Il Gabinetto delle Stampe Antiche e Moderne di Palazzo Cuttica, in Via Parma ad Alessandria, ospita la mostra “Paesaggi d’autore”.
L’esposizione raccoglie opere di Pietro VillaGuido BottaFranco Sassi e Cino Bozzetti in cui è rappresentato il paesaggio piemontese, in particolar modo del Monferrato e della Città di Alessandria, con la tecnica dell’acquaforte.

Alle 17.30, nella Sala dell’Affresco de il Chiostro di Santa Maria di Castello di AlessandriaFederica Sassaroli presenta “A tutto volume”, spettacolo da lei ideato e interpretato di improvvisazione teatrale per bambini, invitati a portare con sé il loro libro preferito.
A teatro le pagine prendono vita, respirano insieme a un pubblico. Nelle biblioteche e nelle librerie le pagine sostano, vivono, si fanno ammirare fugacemente. Un’idea semplice: la creazione di uno spettacolo teatrale la cui drammaturgia venga estrapolata dai testi che il pubblico ama di più. Protagonisti assoluti, i libri che raccontano e si raccontano. Registi, gli spettatori che portano con sé il loro libro, la loro poesia, i loro testi preferiti.

Per tutto marzo il Mag Mell di Alessandria ha deciso di dedicare la programmazione alla musica Irlandese e Celtica con un vero e proprio Celtic & Irish Folk. L’appuntamento consueto per il San Patrizio del Mag Mell è sempre una sicurezza: il grande Dodo farà ballare tutti dalle 18:00, orario è in puro stile irlandese.

Alla Trattoria Cappelverde di Alessandria si va a A cena con l’ autore.  Dalle 21 inizierà il reading musicale “Morgan e il buio”, tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore Danilo Arona, con Fabio Tolu e Irina Khramtsova e le letture a cura di Lia Tommi e Fulvia Maldini.

Fuori dalla provincia di Alessandria, in particolare a Torino e Milano, vi aspettano numerose mostre tra cui:

Il Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano organizza la mostra Leonardo da Vinci Parade”, un affascinante percorso tra arte e scienza che espone in una spettacolare parata le collezioni storiche del museo: i modelli leonardeschi realizzati negli anni Cinquanta sulla base dei disegni originali di Leonardo e un gruppo di affreschi di maestri lombardi del Cinquecento concessi in deposito dalla Pinacoteca di Brera nel 1952.