Ammaliatrice Casale
adv-275

CASALE MONFERRATO – La Polizia di Casale è riuscita a rintracciare e arrestare una cittadina bulgara (K.M.) di 39 anni, residente a Valenza, ritenuta responsabile di una rapina commessa ai danni di un casalese di 60 anni. L’uomo ha raccontato agli inquirenti di aver conosciuto la donna su un sito di incontri e di aver creduto alla notte di passione proposta. Una volta in casa l’ammaliatrice ha suggerito alla vittima di assumere una “polverina” che avrebbe migliorato le sue prestazioni a letto. La sostanza però era un banale narcotico che ha poi permesso alla 39enne di rubare indisturbata 2 telefoni, un orologio da polso e denaro contante.

Le indagini hanno poi consentito di individuare un’altra vittima, un uomo residente a Novara, al quale, con un sistema simile, la donna ha portato via telecamere, videocamere, telefoni cellulari, due orologi da polso e preziosi.

In occasione di un ulteriore incontro a Genova la malvivente, sottoposta a una perquisizione personale, è stata trovata in possesso di un flacone di narcotico occultato all’interno della borsa, sostanza probabilmente utilizzata nelle precedenti rapine e che verosimilmente avrebbe fatto ingerire anche all’uomo con cui aveva organizzato il nuovo incontro.

adv-329

Nella casa della donna i poliziotti hanno trovato alcuni degli oggetti trafugati alle vittime. La donna è stata portata nella casa circondariale di Vercelli.
Ammaliatrice Casale