AGGIORNAMENTO – Stanno proseguendo in modo febbrile le indagini dei Carabinieri per cercare di risalire agli autori del tentato assalto a un portavalori compiuto alle 8.45 di questa mattina a Sale. Grazie alla segnalazione di un cittadino, stranito dalla presenza di 5 persone incappucciate, i militari della Compagnia di Tortona, guidati dal Tenente Colonnello Carlo Giordano, si sono precipitati sul posto con due gazzelle e hanno così sventato l’azione criminosa del gruppo. I malviventi infatti hanno avvistato da lontano le auto dei Carabinieri e subito sono scappati a bordo di tre auto, due delle quali risultate rubate nel milanese. È partito così l’inseguimento con i veicoli dei malviventi in fila e protagoniste di un continuo zigzagare per impedire ogni affiancamento. Una fuga durata diversi minuti e con uno degli occupanti dell’ultimo mezzo che ha utilizzato addirittura un Kalashnikov pur di allontanare i Carabinieri. La perizia e l’esperienza dei militari però ha spiazzato gli uomini in fuga che, a un certo punto, in strada vecchia di Valenza, hanno bloccato i due mezzi per fare blocco. I delinquenti, sempre sparando, sono così saliti sul terzo veicolo, ingaggiando, a soli 7-8 metri di distanza, il conflitto a fuoco con i militari. Tuttavia la banda è poi riuscita a salire a bordo di un’Audi e a fuggire.

Sventato il piano criminale, ed evitate conseguenze per i cittadini i Carabinieri hanno avviato le ricerche su tutto il territorio. A Sale sono arrivati il Nucleo investigativo del Comando provinciale e i Carabinieri della Scientifica e poco dopo si sono alzati in volo due elicotteri, uno di Volpiano e l’altro di Orio al Serio. Il commando sicuramente composto, per le modalità di azione, da professionisti, aveva nel mirino una ditta di lavorazione orafa all’ingrosso. Le indagini dei carabinieri del Nucleo investigativo e dei militari della Compagnia di Tortona, con il supporto dei Ris di Parma proseguono a tutto tondo.

adv-906

SALE – È caccia all’uomo nel tortonese e in tutto il Piemonte per rintracciare la banda che questo venerdì nei pressi del cimitero di Sale ha esploso colpi di kalashnikov contro i Carabinieri ed è poi fuggita.

I militari erano intervenuti dopo la segnalazione di tre auto sospette, probabilmente appostate in attesa del passaggio di un portavalori. Quando i malviventi,  cinque persone a volto coperto, hanno visto arrivare le Gazzelle hanno iniziato a sparare all’indirizzo dei Carabinieri, costretti a rispondere al fuoco e per fortuna scampati ai colpi dei malviventi. La sparatoria ha permesso alla banda di guadagnare la fuga a bordo delle tre auto, due poi abbandonate qualche centinaia di metri dopo in mezzo alla strada per sbarrare il passaggio ai militari partiti all’inseguimento.

 

adv-402