ACQUI TERME – Il maltempo torna a far danni nell’Acquese. Le abbondanti piogge cadute nella giornata di oggi e per cui Arpa aveva diramato un’allerta gialla hanno reso instabili i fronti franosi “determinando alcune situazioni di pericolo che stiamo monitorando con attenzione”, ha spiegato a Radio Gold il sindaco di Acqui Terme Lorenzo Lucchini. La zona più a rischio è quella su Monte stregone dove la strada (nella foto di copertina) ha subito un cedimento di oltre un metro.

Questo avvenimento ci ha portato a emettere un’ordinanza per la chiusura precauzionale dello stabilimento termale di Lago delle Sorgenti oltre che della ditta B.G. che produce tendaggi e ha sede lungo la strada provinciale 456 verso Visone“, ha aggiunto il primo cittadino. Il Lago delle Sorgenti ha annunciato attraverso il proprio account Facebook che il Centro rimarrà chiuso sino a venerdì 6 dicembre 2019, salvo eventuali ulteriori problematiche.

adv-683

Intanto da segnalare che in Regione Lacia è stato interdetto il tratto che dal civico 6 sino al 15. “Queste abitazioni erano già state state evacuate sempre a causa di un cedimento della strada. Contiamo però di riaprire domani la strada comunale Recamo che porta a Melazzo”, ha proseguito Lucchini. Che poi ha voluto precisare come lunedì 2 dicembre le scuole saranno regolarmente aperte inclusi asili, Enaip e Alberghiero. Anche Trenitalia ha annunciato il regolare svolgimento del servizio di trasporto.