adv-352

CASALE MONFERRATO – Un 48enne, amministratore delegato di un’azienda che opera nel settore alimentare con sede a Roma, e un 50enne alessandrino, cuoco responsabile dell’attuazione della normativa Haccp presso la Bobst, sono stati denunciati per commercio colposo di sostanze alimentari nocive in concorso. Nell’estate 2019 erano stati 54 i dipendenti della ditta monferrina rimasero intossicati dopo che avevano consumato il pasto nella mensa aziendale.

Nella stessa giornata dell’intossicazione alimentare furono prelevati numerosi campioni di cibo dalla mensa aziendale e sentiti tutti i testimoni per ricostruire in modo preciso quanto accaduto. L’indagine, complessa e articolata, è stata condotta congiuntamente dai Carabinieri del NOR della Compagnia di Casale Monferrato, dal NAS di Alessandria e dal personale del Sian (Servizio igiene alimenti e nutrizione) dell’Asl di Alessandria per gli esami tecnico-sanitari e che hanno permesso la ricostruzione esatta delle cause dell’intossicazione alimentare delle 54 persone.

A seguire l’intero iter è stato uno specialista del Sian dell’Asl di Alessandria, a cui va il merito di aver determinato, a seguito di accurate analisi, una correlazione inequivocabile tra quanto accaduto e il mancato rispetto di alcune importanti norme sanitarie che avrebbero determinato la presenza di batteri stafilococco aureo nel cibo.

adv-946