Coronavirus: il Piemonte aumenta i posti in Terapia Instensiva. Saranno 200

PIEMONTE – “Dobbiamo andare avanti e non fermarci. Purtroppo siamo davanti a una crisi epidemica che potrebbe anche peggiorare“. Lo ha detto Alberto Cirio facendo il punto sulle iniziative messe in campo dalla Regione Piemonte facendo il punto sull’emergenza legata al coronavirus che sta colpendo anche il Piemonte. Anche per questo sul territorio regionale sono stati portati a “200 i posti letto in terapia intensiva e proprio oggi è stato fatto l’acquisto di caschi di ventilazione, apparecchiature che aiutano la respirazione e permettono anche se non non c’è posto in terapia intensiva, di avere comunque un letto con la respirazione assistita, che alla fine è la prima necessità per chi è colpito in modo forte dal virus“.

Il governatore ha poi spiegato come siano stati censiti anche “tutti i medici che negli ultimi anni sono andati in pensione e proprio oggi verrà inviata loro una allerta, in modo che si tengano disponibili. Speriamo di non averne bisogno, ma se sarà necessario non vogliamo farci trovare impreparati“. Al momento la sanità piemontese sta reggendo bene l’urto degli oltre 50 casi di possibile positività sin qui accertati.