Università chiuse sino al 3 aprile per il coronavirus: l’Upo si riorganizza

PIEMONTE – Tra le severe restrizioni presenti nel Decreto anticoronavirus, firmato ieri dal premier Conte, ci sono anche quelle legate al mondo universitario. L’Università del Piemonte Orientale ha così voluto informare i suoi studenti di alcuni sostanziali cambiamenti dell’attività didattica.

In primis va detto che la sospensione dell’attività didattica è prolungata fino al 3 aprile ma verrà sostituita con modalità a distanza. Al contrario degli esami che al momento rimarranno sospesi fino al 15 marzo: prima di quella data sono però attese nuove comunicazioni a riguardo per stabilire tempi e modalità. Come da decreto restano anche sospese le sedute degli organi collegiali in presenza fino al 3 aprile. Non è comunque contemplato l’obbligo di chiusura fisica delle strutture. Questo farà sì che i dipendenti, salvo altre disposizioni in corso d’opera, potranno svolgere la loro regolare attività lavorativa.

Si potrà però chiedere all’Amministrazione centrale il lavoro agile o meglio conosciuto come smart working. Ferie e congedi potranno essere regolarmente chiesti e concessi in base alle esigenze d’ufficio.

adv-734