Coronavirus: le notizie in aggiornamento dal Piemonte del 10 marzo 2020

AGGIORNAMENTO ORE 20.01 – Sono 482 i contagi da coronavirus registrati nella giornata del 10 marzo in Piemonte. Eseguiti oltre 2800 test di cui 1986 sono risultati negativi e 362 in attesa di risultato. Quasi 70 le positività ad Alessandria.

adv-520

AGGIORNAMENTO ORE 19.38 – Sei persone sono state denunciate in provincia di Alessandria per non aver rispettato i divieti imposti dal Decreto per il contenimento dei contagi da coronavirus. I controlli della Polizia Stradale hanno portato a un totale di nove denunce in tutto il Piemonte e quasi 300 controlli.

AGGIORNAMENTO ORE 16.09 – Un gruppo di cittadini di Novi Ligure ha aperto una raccolta fondi per l’ospedale cittadino San Giacomo  e aiutarlo così ad affrontare l’emergenza legata al coronavirus.

adv-568

AGGIORNAMENTO ORE 14.53 – Nella serata di lunedì 9 marzo la Polizia Municipale di Alessandria ha accertato la violazione dell’obbligo di chiusura entro le 18 da parte di un’attività di ristorazione cittadina. L’obbligo di chiusura entro le 18 è previsto nel decreto anti-coronavirus.

AGGIORNAMENTO ORE 13.23 – Il Comune di Alessandria ha disposto la chiusura della Cittadella al pubblico in ottemperanza al Decreto per contrastare il coronavirus.

AGGIORNAMENTO ORE 12.48 – Altri quattro decessi in Piemonte di pazienti positivi al coronavirus. In tutto sono invece 401 i malati con il Covid-19.

AGGIORNAMENTO ORE 11.31 – La dottoressa Paola Varese, primario del reparto di Medicina dell’Ospedale di Ovada, che in una lettera ha spiegato di aver contratto il coronavirus. Il medico ha raccontato come si sta svolgendo questa battaglia ma soprattutto ha richiamato i cittadini alla massima responsabilità.

AGGIORNAMENTO ORE 11.15 – Quindicesimo decesso in Piemonte a causa del coronavirus. A perdere la vita è stata una donna di 80 anni di Lu del comune di Lu e Cuccaro Monferrato.

AGGIORNAMENTO ORE 10.45 – L’Alessandria Calcio ha deciso di sospendere gli allenamenti in attesa del Consiglio Federale convocato per la giornata odierna.

AGGIORNAMENTO ORE 08.55 – Lunghe code si sono verificate nella notte nei supermercati notturni di Torino. A scatenare l’assalto ai rifornimenti è stato l’annuncio da parte del premier Conte delle nuove misure restrittive per contrastare il diffondersi del coronavirus che verranno estese a tutta Italia. “Sarebbe stato intelligente predisporre dei piccoli presidi delle Forze dell’Ordine o quantomeno della Protezione Civile a presidiare gli ipermercati aperti di notte, per informare sui dettagli del decreto ed evitare panico e assembramenti“, hanno commentato Augusta Montaruli e Maurizio Marrone, parlamentare e capogruppo in Regione Piemonte di Fratelli d’Italia.

AGGIORNAMENTO ORE 08.19 – Il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha commentato in un video l’estensione delle limitazioni a tutta Italia volute dal Governo Conte. “Si tratta di una scelta necessaria a tutelare la salute di tutti noi“, ha detto in un video su Facebook.


PIEMONTE – Terzo giorno di ‘quarantena’ per la provincia di Alessandria. Quarantena che da oggi si estende a tutta Italia dopo la decisione del Governo Conte di estendere le restrizioni per contenere la diffusione del coronavirus al resto del Paese. In Piemonte, le persone risultate
positive al Covid-19 sono al momento 380, quelle negative al test 1.238. Gli esami in corso sono 238. Come spiega la Regione che ha diffuso i dati dei contagi 101 si trovano a Torino, 58 ad Asti, 63 ad Alessandria, 20 a Biella, 13 a Cuneo, 19 a Novara, 12 a Vercelli e 11 nel VCO. I casi positivi provenienti da fuori regione sono 16, mentre 67 casi sono ancora in fase di elaborazione e attribuzione territoriale. I decessi sono 14.