In Piemonte nasce l’Unità di crisi sul coronavirus per i viaggi in treno

PIEMONTE – Rimodulazione dei treni regionali tutelando comunque le tratte e le fasce orarie più utilizzate da chi si deve spostare per lavoro. Questa la misura presa di concerto tra Regione Piemonte, Trenitalia e Agenzia della mobilità piemontese e Gtt che hanno costituito una Mobility Emergency Unit per lo studio e il monitoraggio costante della situazione legata alla diffusione del coronavirus.

Si tratta di una misura eccezionale per una situazione mai affrontata prima“, spiega l’assessore regionale ai trasporti, Marco Gabusi. L’obiettivo è quello di conciliare le disposizioni sugli spostamenti con le esigenze di chi non può fare a meno di viaggiare per ragioni professionali. Per quanto riguarda i treni Regionali Veloci, per la linea Torino-Milano i convogli saranno a otto carrozze anziché undici.

Sono stati invece sospesi i treni di rinforzo, sono inoltre sospesi i primi treni da Torino del mattino e gli ultimi treni della notte. sulla linea Torino-Cuneo sono sospesi il primo treno da Cuneo e l’ultimo da Torino, sulla linea Torino-Alessandria-Genova sono soppressi i prolungamenti e i treni di rinforzo che erano stati istituiti a dicembre tra Liguria e Basso Piemonte.