adv-713

VALENZA – Il superlavoro di Cna Valenza in questo periodo dimostra le conseguenze della crisi causata dal coronavirus sul distretto orafo. Il Consorzio ha inviato oltre 80 domande di cassa integrazione straordinaria e le pratiche ancora non si sono esaurite. Un numero imponente se si tiene conto che Cna Valenza segue 120 imprese e praticamente tutte si avvarranno degli ammortizzatori sociali: “Noi – spiega il direttore Massimiliano Malvezzistiamo operando al 100% per supportare le imprese in queste difficoltà e quasi tutte le aziende stanno facendo ricorso agli ammortizzatori. Una situazione inevitabile perché il settore dell’oro è fermo poiché non è considerato indispensabile”.

Cna sta dando inoltre supporto a chi intende chiedere il bonus da 600 euro, la misura prevista dal Governo con il Decreto Cura Italia, per sostenere i lavoratori autonomi, rimasti danneggiati dagli effetti delle restrizioni. In questo senso, spiega ancora Malvezzi, “siamo anche in attesa di intervenire come intermediari sul casssetto previdenziale, situazione che ci permetterebbe di presentare le domande per conto degli associati“. Cna comunque per andare incontro al difficile momento, a tutti gli associati al consorzio, sta offrendo assistenza gratuita per queste pratiche. Intanto il presidente provinciale di Cna, la Confederazione Nazionale Artigianato e Piccola e Media impresa, Mauro Ordazzo ha lanciato un vero e proprio grido di allarme per la mancanza di liquidità delle imprese. Per questo lanciato un appello al Governo.