ACQUI TERME – Il sindaco di Acqui Terme, Lorenzo Lucchini, intende scaglionare la spesa degli acquesi per tutelare ulteriormente la salute pubblica. Per questo, sulla sua pagina facebook, ha anticipato l’idea che a breve sarà applicata in città e presentata alla stampa. Il primo cittadino infatti ha pensato di suddividere gli acquisti negli esercizi commerciali per fasce, in base alle iniziali dei cognomi. Lucchini ha previsto una suddivisione in tre tranche, due volte a settimana, in giorni prestabiliti: il lunedì e il giovedì per i cittadini con iniziale del cognome dalla lettera “A” alla lettera “E”; il martedì e il venerdì per i cittadini con iniziale del cognome dalla lettera “F” alla lettera “M”; infine, il mercoledì e il sabato per i cittadini con iniziale del cognome dalla lettera “N” alla lettera “Z”. La domenica accesso senza limitazioni di sorta, ma mantenendo il criterio di evitare assembramenti. La cittadinanza sarà informata di questa modalità nei prossimi giorni, con l’affissione di indicazioni presso tutti i punti commerciali della città.: lettere dalla A allle E per due giorni, poi dalla F alla N e dalla O alla Z.

Verranno affisse delle locandine nei supermercati e nei negozi con le indicazioni dei giorni prefissati sulla base delle iniziali per illustrare l’iniziativa ai cittadini e far capire a tutti coloro che sono a casa l’importanza di uscire per fare la spesa in modo più ordinato e regolamentato. In questo modo il primo cittadino vuole “ridurre più possibile gli assembramenti e limitare le code“. Si tratta di una iniziativa di buon senso, ha specificato Lucchini che non intende fare una ordinanza impositiva, ha aggiunto, “confidando nel buon senso civico finora dimostrato dai cittadini“.