adv-82

ALESSANDRIA – Un normale controllo si è trasformato in ‘pesca grossa’ per la Polizia Stradale di Alessandria. Tutto è avvenuto nei giorni scorsi quando il personale della Sottosezione Polizia Stradale di Alessandria Ovest ha tratto in arresto un cittadino moldavo fermato alla guida di un mezzo autoarticolato vicino al casello autostradale di Casteggio per un normale controllo. Gli operatori, al momento della verifica dei documenti, si erano insospettiti della carta d’identità fornita dal camionista poiché appariva non totalmente conforme all’originale format documentale.

Da un più approfondito controllo, infatti, è emerso che il presunto camionista rumeno altri non era che un cittadino di nazionalità moldava verso il quale gravava un ordine di arresto internazionale emesso dalla Corte di Appello di Chisinau – Moldavia per una precedente accusa di corruzione. Il 36enne è stato così sottoposto a rilievi fotodattiloscopici al Gabinetto di Polizia Scientifica della Questura di Alessandria e tratto successivamente in arresto nonché denunciato per il reato di possesso di documenti d’identificazione falsi.

Il cittadino moldavo è stato poi portato alla Casa Circondariale di Voghera (PV) per essere successivamente estradato in Moldavia o, su richiesta, per scontare la pena in Italia.

adv-383