Sciacalli tempesta 1 agosto 2020
adv-6

ALESSANDRIA – Una città vittima della “perfidia della sorte“. Il sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco ha definito così la situazione di Alessandria, sferzata dal nubifragio dell’ultimo fine settimana.

Si è trattato di un evento terribile. Prima il vento a oltre 100 chilometri orari che ha scoperchiato tetti e fatto cadere alberi e, il giorno dopo, l’acquazzone che ha fiaccato le strutture già fortemente compromesse” ha sottolineato il primo cittadino dopo l’incontro coi parlamentari del territorio “siamo in condizioni di grandissima difficoltà. Grazie a chi ha lavorato alacremente da sabato, senza tregua, un lavoro che andrà avanti per giorni. Siamo in una normalità non ancora perfetta perché le strutture hanno patito e ci fanno restare in una situazione di carattere emergenziale”. 

Rispetto a una prima stima i danni ammontano a oltre 5 milioni di euro, 3 dei quali riferiti agli edifici scolastici.

adv-410

Ad oggi si registrano 35-40 alloggi completamente scoperchiati sul territorio della Città di Alessandria e, purtroppo, oltre 20 famiglie sono state costrette ad abbandonare la propria casa.

Di seguito la relazione di stima sommaria dei danni: oltre 100 alberi danneggiati, numerosi cartelli stradali e pali della luce abbattuti, almeno metà degli edifici scolastici danneggiati, così come edifici pubblici, cimiteri, aree giochi.

Scarica il documento 

adv-484