Immagine Cane preso a calci e pugni, oltre che a frustate col guinzaglio: denunciato il suo padrone
adv-480

CASALE – I Carabinieri di Casale hanno denunciato un giovane casalese per maltrattamento di animali. L’uomo, disoccupato e con pregiudizi di polizia, era stato più volte visto da numerosi testimoni maltrattare il proprio cane, un meticcio molosso di grossa taglia, colpendolo ripetutamente con un guinzaglio utilizzato come frusta e, quando il cane si ribellava, anche con calci e pugni al corpo. I maltrattamenti avvenivano in pieno centro, anche all’interno di un bar, dove il padrone del cane era solito recarsi.

Alcuni testimoni hanno anche deciso di presentarsi spontaneamente in Caserma dopo avere saputo che i Carabinieri si stavano interessando alla vicenda per raccontare con precisione tutti i maltrattamenti che il povero cane subiva ogni giorno. In un’occasione, una testimone ha raccontato di essere intervenuta per difendere il cane dal pestaggio, all’interno di un bar, mettendosi in mezzo tra il padrone e l’animale e venendo a sua volta minacciata e insultata dal giovane. Dopo le testimonianze, i Carabinieri di Casale e i Carabinieri Forestali hanno interessato i veterinari dell’Asl di Alessandria, che hanno sottoposto a visita veterinaria il cane: per fortuna era in buona salute, anche se molto spaventato.